giovedì 6 luglio 2017

(a cura Redazione "Il sismografo")
(LB) La polizia messicana dopo alcune segnalazioni ha trovato oggi, nella canonica, il cadavere del parroco di San Isidro Labrador, La Paz, stato di Messico. Secondo le prime parziali informazioni il sacerdote sarebbe stato ucciso con un'arma bianca. Padre Luis López Villa, così si chiamava il presbitero, aveva 73 anni e tutto indica per ora che è rimasto vittima di un furto - al quale plausibilmente si è opposto - eseguito con modalità molto violente.
Le statistiche del 2017. (Il sismografo)
11 operatori di pastorale uccisi nel mondo
- sacerdoti (8)
- cathechista (1)
- laica, volontaria polacca (1)
- laico, guardiano di una chiesa (1)
AMERICA[5]
- Messico (3) (*)
p. Joaquín Hernández Sifuentes - (scomparso il 3 gennaio - trovato cadavere il 12 gennaio)

p. Felipe Altamirano Carrillo - 27 marzo
p. Luis Lopez Villa - 6 luglio
- Bolivia (1)
Helena Kmiec  (laica, volontaria polacca della Congregazione dei Servi della Madre di Dio) - 25 gennaio (?)
-Venezuela (1)
p. Diego Begolla - 10 aprile
AFRICA[6]
- Sud Sudan (1)
cathechista: Lino - 22 gennaio
- Nigeria (1)
George Omondi (laico, guardiano di una chiesa) - 19 marzo
-Madagascar (1)
p. Njiva Lucien - 23 aprile
-Burundi (1)
p. Adolphe Ntahondereye - 11 maggio (morto 2 sett. dopo rapimento)
-Camerun (2)**
p. Armel Djama (fine maggio)
p.Augustin Ndi (7 giugno)
Note
(*) In Messico il 6 giugno è stato ucciso Jorge Antonio Díaz Pérez, un ex prete che, secondo la diocesi di San Luis Potosí,  al momento della sua morte era sospeso per motivi disciplinari.
(**) Mons. Jean-Marie Benoit Bala ritrovato  morto il 2 giugno. I risultati dell'autopsia rivelano che sarebbe morto annegato anche se la Conferenza Episcopale del Camerun e altri voce parlano di omicidio.