martedì 4 luglio 2017

Tv2000
L’ex premier al Tg2000: “Italia lasciata sola. La Germania ha risolto emergenza grazie allo scudo della Turchia”. “Nessuno in Europa vuole condividere l’accoglienza”. Lo ha detto l’ex premier, Romano Prodi, in un’intervista al Tg2000, il telegiornale di Tv2000, in merito alla questione migranti. “L’emergenza sbarchi – ha aggiunto Prodi - non la sta vivendo l’intera Europa perché ogni singolo Paese va per conto suo. Si mettono insieme solo accordi minori ma quando si va al sodo l’Europa non c’è. L’Italia è ancora sola”.
“La Germania – ha proseguito Prodi - ha risposto intelligentemente al suo problema con i profughi avendo la possibilità di avere un Paese cuscinetto come la Turchia che per denaro fa da scuso. Noi abbiamo davanti la Libia ma non abbiamo questa possibilità”.
Migranti, Prodi: “Minacciato da Gheddafi con invio barconi profughi”
L’ex premier al Tg2000: “Tutto si risolveva perché c’era uno Stato con cui trattare. Francia ha voluto tragica guerra in Libia, non può lasciare conseguenza all’Italia”
“Quando ero presidente del Consiglio quante volte Gheddafi mi ha minacciato di mandarmi dei barconi di profughi. Ma si trattava perché alla fine c’era uno Stato”. Lo ha detto l’ex premier, Romano Prodi, in un’intervista al Tg2000, il telegiornale di Tv2000, in merito alla questione migranti.
“Se non arriva la pace in Libia – ha aggiunto Prodi - il problema attuale diventa insolubile. La tragedia è proprio la Libia dove la pressione dell’immigrazione è grande da sempre e crescerà sempre di più”.
“Cosa mi ha ferito di più oggi ? – ha concluso Prodi - Macron che tutti attendiamo con grande ansia si vede che è attanagliato da problemi di politica interna e dai vari sindaci a partire da quello di Marsiglia. Proprio la Francia che ha avuto l’iniziativa di questa tragica guerra in Libia dovrebbe anche pensare che non può lasciare tutte le conseguenze all’Italia”.