sabato 15 luglio 2017

(a cura Redazione "Il sismografo")
Dopo la morte, giorni fa, di "dom" Giovanni Franzoni, seppellito oggi, l'unico italiano padre conciliare in vita è il vescovo emerito di Ivrea, mons. Luigi Bettazzi, che il prossimo 23 novembre compierà 94 anni. La schiera dei Padri conciliari viventi in tutto il mondo - nel 2012 erano 69 - in questi ultimi anni si è ridotta drasticamente. Una dozzina di Padri conciliari era presente alla Messa dell’11 ottobre 2012, in piazza San Pietro, per l’apertura dell’Anno della Fede. Poi venerdì 12 questi Padri Conciliari concelebrarono l’Eucaristia presso la tomba di San Pietro e infine, alle 12.30, furono ricevuti in udienza dal Papa. Ovviamente tra questi presuli non c'era Giovanni Franzoni. A questi testimoni e protagonisti del Concilio Ecumenico Vaticano II l'allora Papa Benedetto XVI sottolineò: "Il Cristianesimo è sempre nuovo. Non lo dobbiamo mai vedere come un albero pienamente sviluppatosi dal granellino di senape evangelico, che è cresciuto, ha donato i suoi frutti, e un bel giorno invecchia e arriva al tramonto la sua energia vitale. Il Cristianesimo è un albero che è, per così dire, in perenne «aurora», è sempre giovane." (Luis Badilla)