lunedì 3 luglio 2017

Repubblica
(Vittorio Coletti) La differenza di posizione su una nuova struttura per i migranti a Ventimiglia tra il vescovo, mons. Antonio Suetta e il sindaco Ioculano testimonia bene la drammatica complicazione del fenomeno migratorio oggi in Italia. Perché a non concordare col cristiano caritatevole non è il leghista feroce, ma un mite politico di sinistra che si è distinto per generosità e coraggio in questi tre anni che hanno fatto crescere nella (...)