venerdì 7 luglio 2017

caffestoria.it
(Simone M. Varisco) Mario Delpini, attuale vicario generale della diocesi di Milano, è il nuovo arcivescovo del capoluogo lombardo e succede al card. Angelo Scola. La scelta di Francesco, con un occhio più alla Madonna – e all’umorismo – che al clero ambrosiano. *** Habemus archiepiscopum! È parafrasando l’annuncio dell’elezione di un nuovo papa che si potrebbe accogliere la nomina – con qualche giorno di ritardo sulle attese – di mons. Mario Delpini ad arcivescovo di Milano. Varesotto di Gallarate, classe 1951, attuale vicario generale della diocesi di Milano e fino allo scorso anno segretario della Conferenza episcopale lombarda, Delpini appariva il nome più scontato fra quelli candidati alla successione a Scola. Come si era detto quasi un anno fa dalle pagine di questo blog, il sorriso empatico e l’ottimo rapporto con i fedeli e i sacerdoti della Diocesi lo proiettavano in testa ai candidati, da Beschi (Bergamo) a Brambilla (Novara), dei quali a suo tempo si era data notizia da queste stesse pagine e i cui nomi negli ultimi giorni si erano rincorsi anche sulla stampa nazionale. (...)