sabato 29 luglio 2017

Vatican Insider
(Francesco Peloso) Il «Rapporto» Unicef-Reach: 100mila giunti in Europa nel 2016. Sono le sofferenze nel viaggio a indurre molti a venire nel «vecchio continente», che non sempre è la prima meta. Un viaggio che dura in media un anno e due mesi dall’Africa all’Italia, i rischi della traversata in mare, la solitudine lungo il percorso, le sofferenze, le schiavitù, i rapimenti e le violenze subite, in modo particolare in Libia. Poi la fuga e l’approdo difficile in Italia dove, non di rado, subiscono nuovi abusi. È questo il triste destino dei minori che stanno raggiungendo le coste italiane e quelle greche in questi mesi. È quanto racconta una ricerca condotta dall’Unicef in partenariato con Reach (...)