giovedì 6 luglio 2017

Huffington Post
(Maria Antonietta Calabrò) L'asse franco-tedesco mette in un angolo l'Italia a Tallin. Non al tavolo delle trattative, dove come ha dichiarato il ministro dell'Interno italiano Marco Minniti si è registrata "una posizione quasi unanime", su tre punti: Libia, codice di condotta delle organizzazioni non governative, e rimpatri con la stretta sui visti. Ma davanti ai microfoni dei cronisti. La chiusura totale più preoccupante è stata quella del ministro dell'Interno tedesco Thomas de Maiziere, che riecheggia la pubblica dichiarazione del presidente francese, Macron. (...)