mercoledì 14 giugno 2017

(a cura Redazione "Il sismografo")
(LB) Il giovane imprenditore venezuelano di 26 anni, Enrique Antonio Schutte Urdaneta, nipote dell'arcivescovo di Caracas cardinale Jorge Urosa, è stato trovato morto ieri, carbonizzato, insieme con la sua automobile, nel settore Castillito, municipio Zamora, nello stato Aragua. La triste notizia è stata confermata nel corso della giornata da  responsabili del "Cuerpo de Investigaciones Científicas Penales y Criminalísticas (Cicpc)". La vittima era scomparsa lo scorso 30 maggio e da quel giorno si cercavano notizie sulla sua situazione. L'imprenditore Schutte Urdaneta prima del suo trasloco allo stato di Aragua operava nella capitale, Caracas. Secondo alcune fonti locali il giovane avrebbe una o più pallottole nel cranio.