mercoledì 21 giugno 2017

Vaticano
Progetto “Il Papa per il Sud Sudan”
Sala stampa della Santa Sede
Il progetto intende manifestare la carità del Santo Padre e la sua vicinanza alla popolazione colpita in Sud Sudan. Esso racchiude i principali ambiti nei quali, da sempre, la Chiesa esprime il proprio contributo verso gli ultimi e i poveri, contribuendo a uno sviluppo veramente integrale dell’uomo.
Il progetto si articola in tre aree:

Salute
Le Suore Missionarie Comboniane gestiscono in Sud Sudan due ospedali.
1. L’Ospedale di Wau è situato nella diocesi di Wau dello stato del Western Bahr el-Ghazal. Ha avviato le proprie attività nel 2011 e ha una capacità di 105 posti letto distribuiti nei reparti di chirurgia, medicina, maternità, pediatria e isolamento. Sono presenti ambulatori per esami specialistici e radiografici. Vengono curati in media 300 pazienti al giorno e si assicurano circa 40.000 ricoveri l’anno. Si dà particolare attenzione alle donne partorienti e ai bambini. Supporto per personale medico, infermieristico, e medicinali.
2. L’Ospedale di Nzara è situato nella diocesi di Tombora-Yambio. Ha capacità di 130 posti letto, di cui 68 del reparto pediatrico. L’ambulatorio ha di media 90 pazienti al giorno. Una delle priorità, accanto alla prevenzione e cura di malattie come tubercolosi, lebbra e AIDS, è l’assistenza sanitaria ai bambini minori di 5 anni. Infatti si riscontra ancora una elevata mortalità infantile dovuta a malnutrizione e anemia falciforme. Supporto per medicinali, trasporto di medicinali dall’Uganda a Nzara, per personale medico e infermieristico, spese di gestione (elettricità, acqua, ecc.) della struttura sanitaria.
Educazione
Solidarity with South Soudan è un’associazione che raccoglie alcune congregazioni religiose presenti in Sud Sudan e che opera nel “training teachers, nurses, midwives, local farmers and community leaders”.
3. Dal 2010 forma e aggiorna insegnanti della scuola primaria. In questo ambito offre un programma full-time di 2 anni per l’ottenimento di diploma di insegnante per la scuola primaria che si svolge presso il Solidarity Teacher Training Center (STTC) a Yambio. Gli studenti che completano il corso di studi ottengono il certificato riconosciuto dal Ministero dell’Istruzione del Sud Sudan. Il centro accoglie studenti che rappresentano 14 gruppi etnici diversi. Dall’inizio dell’attività presso il Centro sono stati accolti quasi 3500 studenti.
Supporto volto a sostenere 16 studenti nel proprio percorso formativo con borse di studioL: al termine del percorso di due anni gli studenti otterranno il Certificato Nazionale di insegnante della scuola primaria.
Agricoltura
4. Il supporto dato dal Santo Padre verrà destinato in modo particolare ai programmi di livelihoods, con l’acquisto di sementi e di attrezzi agricoli a favore di 2500 famiglie nelle Diocesi di Yei, Tombura-Yambio e Torit – nelle zone in cui è possibile coltivare. Il progetto è realizzato a livello diocesano dalle rispettive Caritas.