domenica 4 giugno 2017

(a cura Redazione "Il sismografo")
Domenica 28 maggio 2017
*** Il Regina Coeli di Papa Francesco
- "La presenza di Cristo nel mondo è mediata dai suoi discepoli, da quelli che credono in Lui e lo annunciano. Questa missione durerà fino alla fine della storia e godrà ogni giorno dell’assistenza del Signore risorto"
Cari fratelli e sorelle, buongiorno!
Oggi, in Italia e in altri Paesi, si celebra l’Ascensione di Gesù al cielo, avvenuta quaranta giorni dopo la Pasqua. La pagina evangelica (cfr Mt 28,16-20), quella che conclude il Vangelo di Matteo, ci presenta il momento del definitivo commiato del Risorto dai suoi discepoli.
*** La vicinanza e solidarietà del Papa ai copti dell'Egitto e al Patriarca Tawadros e alle vittime dell’orribile attentato a Manchester
Ecco le parole di Papa Francesco oggi, domenica 28 maggio, durante i Saluti indirizzati ai fedeli e pellegrini presenti in Piazza San Pietro dopo la recita del Regina Coeli:
Cari fratelli e sorelle,
desidero esprimere nuovamente la mia vicinanza al caro fratello il Papa Tawadros II (comunità copta ortodossa in Egitto) e a tutta la nazione egiziana, che due giorni fa ha subito un altro atto di feroce violenza. Le vittime, tra cui anche bambini, sono fedeli che si recavano a un santuario a pregare, e sono stati uccisi dopo che si erano rifiutati di rinnegare la loro fede cristiana. Il Signore accolga nella sua pace questi coraggiosi testimoni, questi martiri, e converta i cuori dei terroristi.
E preghiamo anche per le vittime dell’orribile attentato di lunedì scorso a Manchester, dove tante giovani vite sono state crudelmente spezzate. Sono vicino ai familiari e a quanti ne piangono la scomparsa.
*** Nei saluti del Papa dopo il Regina Coeli il ricordo della  Giornata Mondiale delle Comunicazioni Sociali
Si celebra oggi la Giornata Mondiale delle Comunicazioni Sociali, sul tema “Non temere perché io sono con te” (Is 43,5).
(Testo)
Lunedì 29 maggio 2017
Riunione con i Capi Dicastero della Curia Romana
Alle ore 9.30 di questa mattina, nella Sala Bologna del Palazzo Apostolico, il Santo Padre Francesco ha presieduto una riunione dei Capi Dicastero della Curia Romana.
Udienza. Il Santo Padre Francesco ha ricevuto oggi in Udienza il Signor Justin Trudeau, Primo Ministro del Canada, e Seguito.
Comunicato della Santa Sede 
*** Santa Marta. Omelia del Santo Padre
Cuori «irrequieti» perché «mossi dallo Spirito Santo», o «elettrocardiogrammi spirituali» piatti, lineari, «senza emozioni»? In quale categoria ci si ritrova? È la domanda di fondo posta a ogni cristiano da Papa Francesco nell’omelia della messa celebrata a Santa Marta lunedì 29 maggio. All’inizio della settimana in cui «la Chiesa ci prepara per ricevere lo Spirito Santo e ci fa riflettere sullo Spirito Santo e ci chiede di pregare perché lo Spirito Santo venga nella Chiesa, nel mio cuore, nella mia parrocchia, nella mia comunità», Papa Francesco ha invitato i cristiani a mettersi «in attesa di questo dono del Padre che Gesù ci ha promesso».
Martedì 30 maggio 2017
*** Santa Marta. Omelia del Santo Padre
«Preghiamo per i pastori, per i nostri pastori: per i parroci, per i vescovi, per il Papa; perché la loro sia una vita senza compromessi, una vita in cammino, e una vita dove loro non si credano al centro della storia e così imparino a congedarsi». È l’invocazione elevata da Francesco al termine dell’omelia con cui ha commentato la liturgia della parola di martedì 30 maggio, durante la messa mattutina a Santa Marta.
In particolare il Pontefice si è soffermato sulla prima lettura, tratta dagli Atti degli apostoli (20,17-27), che — ha detto — «si può intitolare “Il congedo di un vescovo”». Infatti nel racc0nto «Paolo si congeda dalla Chiesa di Efeso. Quella Chiesa che lui aveva fondato, quel giorno della Pentecoste di Efeso, quando scese su di loro lo Spirito Santo».
«Aveva seguito — ha continuato il Papa riprendendo la descrizione della scena — ma adesso deve andarsene. E da Mileto mandò a chiamare a Efeso tutti i presbiteri». Insomma, ha chiarito Francesco usando una terminologia attuale, «era come una riunione di consiglio presbiteriale, ma dove il vescovo si congeda, il pastore si congeda». Del resto, ha fatto notare, «tutti i pastori dobbiamo congedarci. Arriva un momento dove il Signore ci dice: vai da un’altra parte, vai di là, va di qua, vieni da me. E uno dei passi che deve fare un pastore è anche prepararsi per congedarsi bene, non congedarsi a metà».
L'Osservatore Romano
*** Viaggio del Papa in Sud Sudan, Greg Burke: “Non sarà nel 2017”
(S. Cernuzio, Vatican Insider)

Mercoledì 31 maggio 2017 
*** L'Udienza generale di Papa Francesco
- "Lo Spirito Santo alimenta la speranza non solo nel cuore degli uomini, ma anche nell’intero creato"

Cari fratelli e sorelle, buongiorno!
Nell’imminenza della solennità di Pentecoste non possiamo non parlare del rapporto che c’è tra la speranza cristiana e lo Spirito Santo. Lo Spirito è il vento che ci spinge in avanti, che ci mantiene in cammino, ci fa sentire pellegrini e forestieri, e non ci permette di adagiarci e di diventare un popolo “sedentario”.
La lettera agli Ebrei paragona la speranza a un’àncora (cfr 6,18-19); e a questa immagine possiamo aggiungere quella della vela.
(Testo)
*** Il saluto del Papa al Pellegrinaggio nazionale della Repubblica Ceca in occasione del 75° anniversario della strage di Lidice, ad opera del regime nazista
Ecco le parole del Santo Padre: "Saluto cordialmente i fedeli della Repubblica Ceca, in particolare i partecipanti al pellegrinaggio nazionale guidato dal Cardinale Dominik Duka, Arcivescovo di Praga, in occasione del 75° anniversario della strage di Lidice, ad opera del regime nazista. Cari amici, ricorrete con fiducia all’intercessione della Vergine Santa, che voi venerate nell’icona della Madonna di Lidice. Ella vi aiuti ad essere coraggiosi testimoni della Resurrezione di Cristo, anche nei momenti di difficoltà o di prova. A tutti voi la mia Benedizione!"
*** Il cordoglio del Santo Padre per le vittime dell’attentato terroristico a Kabul (Afghanistan)
Telegramma
Giovedì 1° giugno 2017
Udienza ai partecipanti alla Plenaria della Congregazione per il Clero. Discorso del Santo Padre
Alle ore 11.15 di questa mattina, nella Sala del Concistoro del Palazzo Apostolico Vaticano, il Santo Padre Francesco ha ricevuto in Udienza i partecipanti alla Plenaria della Congregazione per il Clero. 
Discorso del Santo Padre
Signori Cardinali,
Cari fratelli e sorelle,
rivolgo a tutti voi un cordiale saluto e vi esprimo la mia gratitudine per il vostro generoso impegno a servizio dei sacerdoti e della loro formazione. Ringrazio di cuore il Cardinale Beniamino Stella per le sue parole e per il tanto lavoro che sta facendo.
*** Udienza ai partecipanti all’Incontro promosso dalla Federazione Europea delle Associazioni Familiari Cattoliche (FAFCE). Discorso del Santo Padre 
Alle ore 12 di oggi, nella Sala Clementina del Palazzo Apostolico Vaticano, il Santo Padre Francesco riceve in Udienza i partecipanti all’Incontro promosso dalla Federazione Europea delle Associazioni Familiari Cattoliche (FAFCE) in occasione del 20° anniversario della sua fondazione.Pubblichiamo di seguito il discorso che il Papa rivolge ai presenti all’Incontro:
Discorso del Santo Padre
Cari fratelli e sorelle,
care famiglie che appartenete a questa Federazione, di cui ricorre il ventennale, vi saluto con affetto, e ringrazio il Presidente Antoine Renard per le sue cortesi parole.
(Testo)

*** Telegramma di cordoglio del Santo Padre per la morte dell’Em.mo Card. Lubomyr Husar
Pubblichiamo di seguito il telegramma di cordoglio per la morte, avvenuta ieri, del Cardinale Lubomyr Husar, del Titolo di S. Sofia a Via Boccea, Arcivescovo Maggiore emerito di Kyiv-Halyč, inviato dal Santo Padre Francesco a S.B. Sviatoloslav Shevchuk, Arcivescovo Maggiore di Kyiv-
Halyč:
Telegramma del Santo Padre
S.B. SVIATOSLAV SHEVCHUK
ARCIVESCOVO MAGGIORE DI KYIV-HALYČ
HO APPRESO LA NOTIZIA DELLA SCOMPARSA DEL SIGNOR CARDINALE LOBOMYR HUSAR ARCIVESCOVO MAGGIORE EMERITO DI KYIV-HALYČ ED ELEVO FERVIDE PREGHIERE A DIO PERCHE’ CONCEDA IL RIPOSO ETERNO A QUESTO ZELANTE PASTORE. MI UNISCO SPIRITUALMENTE AI FEDELI DI CODESTA COMUNITA’ DIOCESANA DOVE EGLI ESERCITO’ IL MINISTERO PASTORALE, ADOPERANDOSI CON SOLLECITUDINE PER LA RINASCITA DELLA CHIESA GRECO-CATTOLICA UCRAINA.
RICORDO LA SUA TENACE FEDELTA’ A CRISTO, NONOSTANTE LE PRIVAZIONI E LE PERSECUZIONI CONTRO LA CHIESA, COME ANCHE LA SUA FECONDA ATTIVITA’ APOSTOLICA PER FAVORIRE L’ORGANIZZAZIONE DEI FEDELI GRECO-CATTOLICI DISCENDENTI DALLE FAMIGLIE FORZATAMENTE TRASFERITE DALL’UCRAINA OCCIDENTALE, NONCHE’ IL SUO SFORZO DI TROVARE VIE SEMPRE NUOVE DI DIALOGO E DI COLLABORAZIONE CON LE CHIESE ORTODOSSE. NELL’ESPRIMERE LE MIE CONDOGLIANZE AI FAMILIARI DEL COMPIANTO PORPORATO, AL CLERO E A QUANTI HANNO BENEFICIATO DEL SUO MINISTERO EPISCOPALE, DI CUORE IMPARTO LA CONFORTATRICE BENEDIZIONE APOSTOLICA, QUALE SEGNO DI FEDE E DI SPERANZA CRISTIANA NEL SIGNORE RISORTO
FRANCISCUS PP.

*** Santa Marta. L'omelia del Santo Padre
A lezione da Paolo di Tarso. La vita dell’apostolo delle genti, «sempre in moto, agitata, sempre in movimento», è stata caratterizzata da tre «dimensioni», tre «atteggiamenti» dai quali ogni cristiano ha molto da imparare. Lo ha sottolineato Papa Francesco nella messa celebrata a Santa Marta giovedì 1 giugno, commentando il brano degli Atti degli apostoli (22, 30; 23, 6-11) proposto dalla liturgia del giorno.
Venerdì 2 giugno 2017
*** Messaggio del Pontificio Consiglio per il Dialogo Interreligioso ai Musulmani per il mese del Ramadan e ‘Id al-Fitr 1438 H. / 2017 A.D.
In occasione del mese del Ramadan – iniziato quest’anno intorno al 27 maggio - e per la festa di ‘Id al-Fitr 1438 H. / 2017 A.D., che cade verso il 24 giugno, il Pontificio Consiglio per il Dialogo Interreligioso ha inviato ai Musulmani del monto intero un messaggio augurale dal titolo: “Cristiani e musulmani: insieme per la cura della casa comune”. Questo il testo del Messaggio a firma del Presidente, Em.mo Card. Jean-Louis Tauran, e del Segretario, Miguel Ángel Ayuso Guixot, M.C.C.I.: (...)
[Text: Italiano, English, Français]
*** Santa Marta. Omelia del Santo Padre 
«A testa in giù», proprio come Pietro ha chiesto di essere crocifisso, consapevole di essere «il più peccatore degli apostoli» — tanto da aver «rinnegato il Signore» — ma di essere stato scelto «per pascere con amore il popolo». È questa una delle icone che Papa Francesco ha delineato venerdì mattina, 2 giugno, durante la messa celebrata nella cappella di Santa Marta, prendendo spunto dal dialogo tra Gesù e Pietro così com’è raccontato da Giovanni nel brano evangelico (21, 15-19) proposto dalla liturgia del giorno.
(Testo)

*** Udienza ai ragazzi di scuola media inferiore partecipanti all’esperienza educativa cristiana “Graal” o “I Cavalieri”
Risposte del Santo Padre alle domande
Alle ore 12 di oggi, nell’Aula Paolo VI, il Santo Padre Francesco ha ricevuto in Udienza i ragazzi di scuola media inferiore che partecipano all’esperienza educativa cristiana “Graal” o “I Cavalieri”.  Pubblichiamo di seguito le risposte del Papa alle domande poste dai ragazzi nel corso dell’incontro:
Risposte del Santo Padre alle domande
Marta:
Caro Papa Francesco, mi chiamo Marta. In questo periodo mi turba molto il fatto che, essendo in terza media, l’anno prossimo non vedrò la maggior parte dei miei migliori amici e ho paura del salto tra le medie e il liceo.
(Testo)
*** Comunicato della Sala Stampa: Udienza al Presidente della Repubblica di Lettonia
[Text: Italiano, English, Español]
Sabato 3 giugno 2017
*** Udienze, Lettere credenziali e Lettera al card. Clemente, Inviato speciale Sala stampa della Santa Sede
*** Udienza di Papa Francesco ai Leaders Evangelici convenuti per la Veglia di Pentecoste
Questa mattina, alle ore 11.30, nella Sala del Concistoro del Palazzo Apostolico Vaticano, il Santo Padre Francesco ha ricevuto in Udienza i Leaders Evangelici convenuti per la Veglia di Pentecoste. Pubblichiamo di seguito il saluto che il Papa ha rivolto loro a braccio:
Saluto del Santo Padre
Vi ringrazio tanto per questo saluto, anche per questo disturbo che voi avete preso per salutarmi. Grazie per quello che fate lavorando per l’unità dei cristiani, tutti insieme, come il Signore vuole. Camminiamo insieme, facciamo l’aiuto ai poveri insieme, carità insieme, educazione insieme. Tutti insieme. E che i teologi lavorino da parte loro e ci aiutino. Ma noi sempre in cammino, mai fermi, mai fermi… e insieme. Questo è quello che io mi auguro, e vi ringrazio perché so che voi lo fate.
Vorrei finire come fratelli pregando il Padre Nostro, ognuno nella sua lingua. Possiamo farlo?
[Padre Nostro]
E a più tardi. 
*** Udienza ai partecipanti all’Assemblea delle Pontificie Opere Missionarie. Discorso del Santo Padre
Alle ore 11 di questa mattina, nella Sala Clementina del Palazzo Apostolico Vaticano, il Santo Padre Francesco ha ricevuto in Udienza i partecipanti all’Assemblea delle Pontificie Opere Missionarie.
Discorso del Santo Padre
Signor Cardinale,
cari fratelli e sorelle,
vi accolgo con gioia al termine della vostra Assemblea Generale e ringrazio il Cardinale Fernando Filoni per le sue parole. Con lui saluto tutti i Superiori, i Segretari Generali, i Direttori Nazionali e tutti voi qui presenti.
Conoscete bene la mia preoccupazione circa le Pontificie Opere Missionarie, molto spesso ridotte a un’organizzazione che raccoglie e distribuisce, a nome del Papa, aiuti economici per le Chiese più bisognose.
(Testo)
*** Parole del Santo Padre ai bambini che partecipano all’iniziativa “Il Treno dei Bambini” promossa dal Pontificio Consiglio della Cultura
Alle ore 12 di oggi, nell’Atrio dell’Aula Paolo VI, il Santo Padre Francesco ha incontrato i bambini partecipanti alla quinta edizione de “Il Treno dei Bambini”, l’iniziativa promossa dal Pontificio Consiglio della Cultura nell’ambito del “Cortile dei Gentili”, che ha portato in Vaticano circa 400 bimbi provenienti dai Comuni terremotati dell’Italia Centrale. Il tema è la salvaguardia del Creato, ovvero: “Piccoli viaggiatori, grandi ambasciatori, custodi della Terra”. Pubblichiamo di seguito la trascrizione del dialogo del Papa con i piccoli presenti all’incontro: (...)
Sala stampa della Santa Sede 
*** Veglia di Pentecoste e preghiera ecumenica con Papa Francesco al Circo Massimo in occasione del Giubileo d’Oro del Rinnovamento Carismatico. Meditazione del Santo Padre

Tweet della settimana
-  "Esorto tutti ad una comunicazione costruttiva che rifiuti i pregiudizi verso l’altro e trasmetta speranza e fiducia nel nostro tempo." (domenica 28 maggio 2017) 
- "La presenza materna di Maria ci ricorda che Dio mai si stanca di chinarsi con misericordia sull’umanità." (lunedì 29 maggio 2017)
- "La gioia cristiana viene dallo Spirito Santo, che ci dà la vera libertà e il dono di portare Gesù ai fratelli." (martedì 30 maggio 2017)
- "Impariamo dalla fede forte e servizievole della nostra Madre Maria, per diventare segni vivi della misericordia di Dio." (mercoledì 31 maggio 2017)
- "Ringrazio Dio per i genitori che cercano di vivere nell’amore e vanno avanti anche se cadono tante volte lungo il cammino."  (giovedì 1° giugno 2017)
- "Nell’oscurità dei conflitti che stiamo attraversando, possiamo essere candele accese a ricordare che la luce prevale sulle tenebre." (venerdì 2 giugno 2017)
Tweet per l'Italia che il 2 giugno celebrò la Festa della Repubblica
- "Possa l’Italia progredire e prosperare nella concordia, offrendo il suo prezioso contributo alla pace e alla giustizia nel mondo." (venerdì 2 giugno 2017)
- "Promuoviamo con coraggio tutti i mezzi necessari per proteggere la vita dei nostri bambini." (sabato 3 giugno 2017)