mercoledì 28 giugno 2017

1. Alle ore 15.30 ha inizio la preghiera del Rosario.
2. Gli antichi Cardinali avranno il loro posto nella Quadratura.
3. Alle ore 15.55, il Santo Padre entra processionalmente in Basilica al canto del “Tu es Petrus”, insieme ai neo-Cardinali. Dietro ciascun Cardinale sta il rispettivo segretario. I nuovi Cardinali non portano lo zucchetto. I segretari vestono la cotta. Il Santo Padre sosta davanti alla Confessione per un momento di preghiera silenziosa.4. Dopo il saluto liturgico il primo dei Cardinali rivolge al Santo Padre una parola di ringraziamento. Quindi, dopo l’orazione iniziale, tutti siedono e viene proclamata la lettura.
5. Il Papa tiene l’allocuzione.
6. Finita l’allocuzione, il Papa pronuncia la formula di creazione dei nuovi Cardinali e ne elenca i nomi annunciando l’Ordine Presbiterale o Diaconale a cui vengono assegnati. I Cardinali chiamati si alzano.
7. Il Papa invita i nuovi Cardinali, che rimangono al loro posto alzandosi in piedi, a fare la professione di fede.
8. I Cardinali, recitato il "Credo", giurano fedeltà e obbedienza al Papa e ai suoi successori: Ego (Cæsar) Santæ Romanæ Ecclesiæ Cardinalis (Baronius). Il cerimoniere incaricato porga il microfono solo al primo dei neo-Cardinali.
9. Il Papa ricorda ai nuovi Cardinali il significato della berretta rossa: Ad laudem omnipotentis Dei ... accipite biretum rubrum... Tutti siedono. Inizia la "impositio bireti".
10. I Cardinali salgono alla sede del Papa, cominciando dal primo nominato, dalla scala di sinistra guardando l’altare, per ricevere la berretta cardinalizia. Devono procedere unus post alium secondo l’ordine di creazione dal 1° al 5°. I Cardinali salgono distanziati l’uno dall’altro. Il cerimoniere dei ministranti provvede a collocare un cuscino davanti alla sede del Papa.
11. Ogni Cardinale, mentre si muove per salire dal Papa, sarà accompagnato da un cerimoniere: questi sta alla sinistra. Arrivato alla sede, il Cardinale fa riverenza al Papa; il cerimoniere non sale la scala e ritorna per accompagnare il Cardinale successivo. Un cerimoniere della Quadratura, alla sinistra della Confessione, aiuta i Cardinali a scendere dall’altare. Al Cardinale, in ginocchio, viene messo lo zucchetto rosso dal 2° cerimoniere. Il Papa, ricevuta dal 2° cerimoniere la berretta rossa, la impone al Cardinale; quindi il Papa consegna l’anello (ricevendolo sempre dal 2° cerimoniere) e la bolla che, invece, riceve dal Maestro.
12. Berrette e zucchetti, insieme con gli anelli, vengono recati su un vassoio vicino al 2° cerimoniere. Le berrette, gli zucchetti e gli anelli sono contrassegnati da un cartellino con il nome del Cardinale. Il cerimoniere dei ministranti li consegna al 2° cerimoniere in base all’elenco dei Cardinali in ordine di creazione. Il Maestro, invece, consegna le bolle, ricevute dal cerimoniere del lettore.
13. Il Cardinale rimane in ginocchio, mentre il Papa gli assegna il Titolo o la Diaconia.
14. Quindi riceve dal Papa l’abbraccio di pace. Alle parole "Pax Domini sit semper tecum", egli risponde: "Amen".
15. Il Cardinale, fatta riverenza al Papa, scende dal praticabile. Un cerimoniere della Quadratura provvede a ritirare la bolla a ciascun Cardinale, consegnandola a un ministrante che le raccoglie su un vassoio. Ciascun Cardinale, quindi, dallo stesso cerimoniere è invitato a recarsi presso la quadratura per l’abbraccio di pace ai Cardinali, a cominciare dal Cardinale Decano.
16. Al termine di questo atto, il Cardinale prende il suo posto nell’apposita sedia collocata nella Quadratura. Il Cardinale siede e tiene la berretta sul capo. Quando l’ultimo dei nuovi Cardinali è sceso dal praticabile, dopo aver ricevuto l’abbraccio di pace dal Papa, i segretari, ordinatamente in fila, vengono accompagnati dal cerimoniere dei neo-Cardinali incaricati dietro l’altare della Confessione, ai posti loro assegnati. Qui, dagli stessi cerimonieri, ricevono le bolle.
17. Al termine dell’imposizione della berretta, il coro esegue il “Constitues eos principes”.
18. Dopo che tutti i Cardinali hanno ricevuto la berretta rossa, l’anello e il titolo o diaconia e hanno scambiato il segno di pace, tutti si alzano in piedi e il Papa introduce il Pater noster.
19. Al termine del Pater noster il Papa dice l’orazione conclusiva.
20. Il Rito termina con la Benedizione Apostolica.
21. Quindi il Santo Padre si reca davanti alla statua della Santissima Vergine per il canto dell’antifona mariana. Al termine dell’antifona, il Santo Padre scende dal praticabile attraverso la scala sinistra, guardando l’altare, e rientra in sagrestia con i nuovi Cardinali, mentre
gli altri Cardinali rimangono al loro posto.