venerdì 30 giugno 2017

Turchia
Il governo turco espropria più di cinquanta chiese, monasteri e cimiteri siro-ortodossi
Fides
Sono almeno cinquanta le chiese, i monasteri e i cimiteri siro-ortodossi sparsi intorno a Mardin, nella regione turca sud-orientale di Tur Abdin, che negli ultimi tempi sono stati di fatto espropriati dal governo turco, passando sotto il controllo diretto del Sottosegretariato al Tesoro che li ha affidati alla Presidenza degli Affari Religiosi (Diyanet, organismo legato direttamente al Primo Ministro, ndr). Secondo quanto riportato da fonti locali come il settimanale bilingue armeno-turco Agos, l'operazione è stata messa in atto a conclusione del processo con cui Mardin è diventato comune metropolitano, e la conseguente riorganizzazione amministrativa del territorio ha trasformato i villaggi circostanti in altrettanti quartieri dell'area metropolitana. (...)