martedì 13 giugno 2017

Svizzera
Dal Wcc. Nuovo impegno per il clima
L'Osservatore Romano
Sulla difesa dell’ambiente e della casa comune ai cristiani è vietato scoraggiarsi. Soprattutto oggi dopo che una realtà così importante come gli Stati Uniti ha deciso di venire meno agli accordi sul clima sottoscritti a Parigi nel 2005. È quanto sottolinea il World Council of Churches (Wcc) in una dichiarazione diffusa nell’ambito dei lavori del comitato centrale in corso in questi giorni a Bossey, in Svizzera.
«La decisione del presidente degli Stati Uniti di ritirarsi dal suo impegno per ridurre le emissioni di gas serra e per finanziare il Green Climate Fund — si afferma — ha conseguenze gravi per poveri e vulnerabili, per i figli dei nostri figli e per l’intero pianeta, mettendo a rischio l’accesso dei cittadini ad acqua potabile, cibo, mezzi di sussistenza e mina gli sforzi per la sostenibilità ambientale e per la pace». Di qui l’appello a un rinnovato impegno da parte di Chiese, comunità locali e governi per riaffermare gli impegni a difesa del clima. «Continueramo a lavorare ancora più seriamente — viene assicurato — con i movimenti i gruppi interreligiosi e gli stessi governi per costruire comunità climatiche resilienti».