sabato 17 giugno 2017

Repubblica
Olivelli, cattolico impegnato nella Resistenza, venne ucciso nel campo di concentramento di Flossemberg mentre tentava di salvare un altro deportato. Papa Francesco ha riconosciuto oggi il martirio di il martirio di Teresio Olivelli, un laico impegnato ucciso in odio alla Fede il 17 gennaio 1945 nel campo di concentramento di Flossenburg, che dunque sarà presto beatificato. La morte di Olivelli ricorda il sacrificio di padre Kolbe, in quanto a Flossenburg fu colpito con un calcio violento per essersi frapposto tra un kapò e un altro deportato. (...)