sabato 17 giugno 2017

Corriere della Sera
(Giuseppe Sarcina) Il presidente Usa parla a Miami e usa toni durissimi contro quello che definisce «un regime brutale», annunciando restrizioni su viaggi e flussi di denaro. Resta l’embargo. I toni sono antichi, quasi da guerra fredda. Duri anche i contenuti, ma con ampi margini di ambiguità. Alle 13.50 Donald Trump, nel rovente Manuel Artime Theater di Miami, annuncia: «Cancellerò tutti gli accordi firmati da Barack Obama con Cuba» (...)