sabato 3 giugno 2017

Vatican Insider
(Paolo Affatato) In Vaticano per un accordo con la Segreteria per la Comunicazione, l'arcivescovo di Seul ricorda la presenza dei «cattolici nascosti» e la forza della preghiera. «Sono convinto che in Nord Corea ci siano ancora dei “cattolici nascosti” che professano la loro fede nel segreto del loro cuore. Per tutti loro la beatificazione di 81 nuovi martiri coreani e tra loro 24 che morirono sotto il comunismo con l’allora vescovo di Pyongyang, Francis Hong Yong-ho, sarà un segno di grande speranza. Nessuna barriera, ma un ponte verso il Nord. Il loro messaggio è l’amore per l’umanità, anche per i persecutori». (...)