domenica 21 maggio 2017

Vaticano
La settimana del Papa dal 14 al 20 maggio. "Il nostro Dio non è inerte, ma sogna la trasformazione del mondo, e l’ha realizzata nel mistero della Risurrezione"

(a cura Redazione "Il sismografo")

Domenica 14 maggio 2017
*** Il Regina Coeli di Papa Francesco
-  "A Fatima la Vergine ha scelto il cuore innocente e la semplicità dei piccoli Francesco, Giacinta e Lucia, quali depositari del suo messaggio. Con la canonizzazione di Francesco e Giacinta, ho voluto proporre a tutta la Chiesa il loro esempio di adesione a Cristo e di testimonianza evangelica"
Cari fratelli e sorelle, buongiorno!
Ieri sera sono ritornato dal pellegrinaggio a Fatima (salutiamo la Madonna di Fatima ...), e la nostra preghiera mariana di oggi assume un significato particolare, carico di memoria e di profezia per chi guarda la storia con gli occhi della fede. A Fatima mi sono immerso nella preghiera del santo Popolo fedele, preghiera che là scorre da cento anni come un fiume, per implorare la protezione materna di Maria sul mondo intero.
*** I saluti dopo il Regina Coeli. Papa Francesco ricorda le popolazioni afflitte da guerre e conflitti, in particolare in Medio Oriente
- "Il futuro delle nostre società richiede da parte di tutti, specialmente delle istituzioni, un’attenzione concreta alla vita e alla maternità"
Cari fratelli e sorelle,
affido a Maria, Regina della pace, la sorte delle popolazioni afflitte da guerre e conflitti, in particolare in Medio Oriente. Tante persone innocenti sono duramente provate, sia cristiane, sia musulmane, sia appartenenti a minoranze come gli yazidi, i quali subiscono tragiche violenze e discriminazioni.
Alla mia solidarietà si accompagna il ricordo nella preghiera, mentre ringrazio quanti si impegnano a sovvenire ai bisogni umanitari. Incoraggio le diverse comunità a percorrere la strada del dialogo e dell'amicizia sociale per costruire un futuro di rispetto, di sicurezza e di pace, lontane da ogni sorta di guerra.
(Testo)
*** Conferenza Stampa del Santo Padre nel volo di ritorno dal Pellegrinaggio al Santuario di Nostra Signora di Fátima (Trascrizione ufficiale)
Sala stampa della Santa Sede
 
Lunedì 15 maggio 2017
*** Francesco si recherà al Quirinale in visita ufficiale
Sala stampa vaticana
*** Francesco: non smettere mai di chiedere a Dio il dono della pace
“In questi tempi travagliati è essenziale ricordare che la pace è un dono che gli uomini non devono mai smettere di chiedere” a Dio: è quanto afferma Papa Francesco in un messaggio rivolto a quanti parteciperanno al 59.mo Pellegrinaggio Militare Internazionale dei Cappellani militari cattolici, che si svolgerà dal 19 al 21 maggio a Lourdes, in Francia. Tema dell’evento, “Dona a noi la pace”. 12mila i militari presenti, provenienti da 40 nazioni. Nel Messaggio, a firma del cardinale segretario di Stato Pietro Parolin, il Pontefice ringrazia tutti coloro che operano per “il ripristino o il mantenimento della pace nel mondo”. Invitando a pregare per la riconciliazione, ricorda “che Dio risponde sempre a questa preghiera dei suoi figli” e “risponde concretamente, suscitando artigiani di pace, di fraternità, di solidarietà”. (Radio Vaticana)

*** Visita pastorale del Santo Padre a Genova (27 maggio 2017)

(Programma)
Martedì 16 maggio 2017
Telegramma del Santo Padre al neo-eletto Presidente della Repubblica Francese, S.E. il Sig. Emmanuel Macron
*** Udienza di Papa Francesco aai Dirigenti della Lega Nazionale Professionisti Serie A e Dirigenti e Calciatori delle Squadre Juventus e Lazio
Alle ore 10.30 di questa mattina, nella Sala Clementina del Palazzo Apostolico Vaticano, il Santo Padre Francesco ha ricevuto in Udienza i Dirigenti della Lega Nazionale Professionisti Serie A e i Dirigenti e Calciatori delle Squadre Juventus e Lazio.
Saluto del Santo Padre
Cari amici,
sono lieto di incontrarmi con voi alla vigilia della partita finale di “Coppa Italia”. Ringrazio il Presidente della Federazione Italiana Gioco Calcio per le sue cortesi parole; e mi congratulo con le due squadre, Juventus e Lazio, che, oltre a raggiungere ottimi risultati, sono molto amate dagli sportivi. Questo vi impegna ancora di più a testimoniare gli autentici valori dello sport.
(Testo)

*** Santa Marta: omelia del Papa
Dal rischio di lasciarsi abbindolare da una «pace tranquilla, artificiale e anestetizzata» — con tanto di cartello «non disturbare» — tipica del mondo e che ognuno può fabbricarsi da sé, Papa Francesco ha messo in guardia nella messa celebrata martedì 16 maggio a Santa Marta. E ha riproposto la vera essenza della pace che ci dona invece Gesù: «una pace reale» perché radicata nella croce, capace di passare attraverso le molte tribolazioni quotidiane della vita, tra sofferenze e malattie. Ma senza mai cadere nello stoicismo o facendo “i fachiri”. E proprio a questo proposito, Francesco ha voluto riproporre l’efficace pensiero di sant’Agostino: «La vita del cristiano è un cammino fra le persecuzioni del mondo e le consolazioni di Dio» (De Civitate Dei XVIII, 51).
Osservatore Romano

*** Conferenza Stampa per la presentazione del Rapporto Annuale dell’Autorità di Informazione Finanziaria (AIF) – Anno V, 2016
Comunicato

Mercoledì 17 maggio 2017
*** L'Udienza generale di Papa Francesco
"Il nostro Dio non è inerte, ma sogna la trasformazione del mondo, e l’ha realizzata nel mistero della Risurrezione"
Cari fratelli e sorelle, buongiorno!
In queste settimane la nostra riflessione si muove, per così dire, nell’orbita del mistero pasquale. Oggi incontriamo colei che, secondo i vangeli, per prima vide Gesù risorto: Maria Maddalena. Era terminato da poco il riposo del sabato. Nel giorno della passione non c’era stato tempo per completare i riti funebri; per questo, in quell’alba colma di tristezza, le donne vanno alla tomba di Gesù con gli unguenti profumati.
(Testo)
*** Intercambio epistolar entre Papa Francisco y la señora Hebe de Bonafini. Sobre un viaje en Argentina "no hay nada decidido"(a cura Redazione "Il sismografo")
Giovedì 18 maggio 2017
*** Udienza di Papa Francesco dedicata alle persone affette dalla còrea di Huntington
"Per Gesù la malattia non è mai stata ostacolo per incontrare l’uomo, anzi, il contrario. Egli ci ha insegnato che la persona umana è sempre preziosa, sempre dotata di una dignità che niente e nessuno può cancellare, nemmeno la malattia. La fragilità non è un male"
Alle ore 11:50 di questa mattina, nell’Aula Paolo VI, il Santo Padre Francesco ha ricevuto in Udienza le persone affette dalla còrea di Huntington, accompagnate dai loro familiari. L’incontro dedicato alla malattia di Huntington, in solidarietà con il Sud America, dove la malattia è più diffusa, ha per tema: Hidden No More (Oculta Nunca Más - Mai Più Nascosta).
Discorso del Santo Padre
[Text: Italiano, English, Español]
*** Le Lettere Credenziali degli Ambasciatori di Mauritania, Nepal, Trinidad e Tobago, Sudan, Kazakhstan e Niger presso la Santa Sede. Discorso del Santo Padre
Alle ore 10 di questa mattina, nella Sala Clementina del Palazzo Apostolico, il Santo Padre Francesco ha ricevuto in Udienza gli Ecc.mi Ambasciatori di Mauritania, Nepal, Trinidad e Tobago, Sudan, Kazakhstan e Niger in occasione della presentazione delle Lettere Credenziali. Di seguito pubblichiamo il discorso che il Papa ha rivolto ai nuovi Ambasciatori.
Discorso del Santo Padre
Signori Ambasciatori,
sono lieto di accogliervi in occasione della presentazione delle Lettere che vi accreditano come Ambasciatori straordinari e plenipotenziari dei vostri rispettivi Stati presso la Santa Sede: Kazakhstan, Mauritania, Nepal, Niger, Sudan, Trinidad e Tobago. Uno speciale benvenuto alla Signora M’Haiham, primo Ambasciatore della Mauritania presso la Santa Sede. Vi sarò grato se vorrete trasmettere ai Capi di Stato dei vostri Paesi i miei sentimenti di gratitudine e rispetto, accompagnati dall’assicurazione delle mie preghiere per le loro persone e i popoli che essi rappresentano.
[Text: Italiano, English]
*** Messa a Santa Marta. Omelia del Santo Padre 
«Obbedisci e dà gioia alla gente»: è l’efficace sintesi della «missione cristiana» proposta da Papa Francesco durante la messa celebrata a Santa Marta giovedì mattina, 18 maggio. Il Pontefice ha fatto propria quella che è stata la duplice raccomandazione di un padre al figlio sacerdote nominato vescovo. Questi, ha spiegato Francesco, «è andato dal suo anziano papà a dargli la notizia». E «quest’uomo già in pensione, uomo umile» che era stato «operaio tutta la vita» e «non era andato all’università ma aveva la saggezza della vita», gli ha «consigliato due cose soltanto: “Obbedisci e dà gioia alla gente”».
L'Osservatore Romano 

*** Calendario delle Celebrazioni presiedute dal Santo Padre (Giugno 2017)
Sala stampa della Santa Sede

Venerdì 19 maggio 2017
*** Santa Marta: l'omelia del Santo Padre
«È parso bene allo Spirito Santo e a noi...»: non ha perso tutta la sua attualità l’incipt della lettera che gli apostoli scrivono ai cristiani «di Antochia, di Siria e di Pissidia», dopo aver discusso tra loro in quello che è stato il primo vero concilio della storia della Chiesa. Proprio quelle parole, riportate negli Atti degli apostoli, Francesco ha voluto rilanciare chiedendo «la grazia dell’obbedienza matura al magistero della Chiesa», di essere fedeli «a Pietro, ai vescovi» e «allo Spirito Santo che guida e sorregge questo processo». Celebrando la messa a Santa Marta venerdì mattina, 19 maggio, il Papa non ha mancato di mettere in guardia dal «trasformare la dottrina in ideologia», creando difficoltà e divisioni.
L'Osservatore Romano
*** Comunicato della Segreteria di Stato: L’Obolo di San Pietro
Sala stampa della Santa Sede

*** Papa a Ostia per benedire le case di alcuni parrocchiani
Il Papa si è “fatto Parroco”: con grande semplicità si è intrattenuto con le famiglie, ha benedetto una dozzina di appartamenti che compongono il condominio di Piazza Francesco Conteduca 11, lasciando in dono il rosario.
Il Santo Padre Francesco ha voluto, anche nel mese di maggio, dare seguito ai “Venerdì della Misericordia”, segni ispirati alle opere di misericordia corporali e spirituali che il Papa ha compiuto durante il Giubileo. (...)
Sala stampa della Santa Sede

Sabato 20 maggio 2017
*** Il Papa alla fondazione Centesimus annus pro pontifice. Per un’economia centrata sulla dignità umana
Alle ore 12 di questa mattina, nella Sala Clementina del Palazzo Apostolico Vaticano, il Santo Padre Francesco ha ricevuto in udienza i partecipanti alla Conferenza Internazionale promossa dalla Fondazione Centesimus Annus - Pro Pontifice sul tema: “Alternative costruttive in una fase di sconvolgimenti globali. Occupazione e dignità dell’individuo nell’era digitale – Incentivi alla solidarietà e alla virtù civica”. (Aula Nuova del Sinodo, 18-20 maggio 2017). Pubblichiamo di seguito il discorso che il Papa pronuncia nel corso dell’udienza:
Discorso del Santo Padre:
Cari amici,
vi do un cordiale benvenuto in occasione della Conferenza Internazionale della Fondazione Centesimus Annus Pro Pontifice.

Tweet della settimana
- "Chiediamo insieme il dono della comprensione delle parole di Dio." (domenica 14 maggio 2017)
- "Per seguire fedelmente Gesù, chiediamo la grazia di farlo non a parole ma nei fatti, e di avere la pazienza di sopportare la nostra croce." (lunedì 15 maggio 2017)
-  "Gesù ci chiede di essere guardato, di essere riconosciuto, di essere amato." (martedì 16 maggio 2017)
- "La nostra speranza è il Signore Gesù che riconosciamo vivo e presente in noi e nei nostri fratelli." (mercoledì 17 maggio 2017)
-  "Dio fa crescere i suoi fiori più belli in mezzo alle pietre più aride". (giovedì 18 maggio 2017)
- "Cerchiamo di tenere sempre alto il “tono” della nostra vita, ricordando per quale immenso premio esistiamo, lavoriamo, lottiamo, soffriamo." (venerdì 19 maggio 2017)

- "La pace va costruita sulla giustizia, sullo sviluppo umano integrale, sul rispetto dei diritti umani, sulla custodia del creato." (sabato 20 maggio 2017)