giovedì 4 maggio 2017

Vaticano
Giovedì 4 maggio: la giornata del Papa
(a cura Redazione "Il sismografo")
*** Udienze e nomine
*** Promulgazione di Decreti della Congregazione delle Cause dei Santi
Alle ore 10.30 di questa mattina, il Santo Padre Francesco ha ricevuto in udienza Sua Eminenza Reverendissima il Signor Cardinale Angelo Amato, S.D.B., Prefetto della Congregazione delle Cause dei Santi. Durante l’Udienza, il Santo Padre ha autorizzato la Congregazione delle Cause dei Santi a promulgare i Decreti riguardanti:
Sala stampa della Santa Sede
*** Udienza del Santo Padre ai partecipanti alla prima Assemblea Plenaria della Segreteria per la Comunicazione 
Alle ore 10 di questa mattina, nella Sala del Concistoro del Palazzo Apostolico Vaticano, il Santo Padre Francesco ha ricevuto in udienza i partecipanti alla prima Assemblea Plenaria della Segreteria per la Comunicazione, in corso in Vaticano dal 3 al 5 maggio 2017.
Discorso del Santo Padre
Signori Cardinali,
cari fratelli e sorelle,
sono molto lieto di accogliervi in occasione della Prima Assemblea Plenaria della Segreteria per la Comunicazione, che vi vede impegnati nell’approfondire la conoscenza reciproca e nell’esaminare i passi finora compiuti dal Dicastero, che ho voluto per un nuovo sistema comunicativo della Santa Sede, oltre che nel riflettere su un tema quanto mai attuale e suggestivo quale quello della cultura digitale. (...)
Sala stampa della Santa Sede
*** Santa Marta: omelia del Santo Padre
Una Chiesa che «non resta seduta», che «sa ascoltare» l’«inquietudine della gente» e che come una «madre» genera i suoi figli «senza proselitismo» testimoniando «la gioia di essere cristiani». È la missione ecclesiale delineata da Papa Francesco nell’omelia della messa celebrata a Santa Marta la mattina di giovedì 4 maggio. Una missione che riguarda non solo la Chiesa di oggi ma la Chiesa di ogni tempo, come si evince dalla lettura dei primi capitoli degli Atti degli apostoli proposta dalla liturgia in questo periodo immediatamente successivo alla Pasqua.
Apostoli che — ha sottolineato il Pontefice — per prima cosa hanno ricevuto da Gesù una promessa: «Io sarò con voi tutti i giorni fino alla fine del mondo». Conferma si trova nel Vangelo di Marco, dove si legge «che quando gli apostoli predicavano il Signore agiva con loro e confermava la parola con i segni miracolosi». Quindi, ha detto Francesco: «il Signore, testimone di obbedienza, è presente nella predicazione; dall’inizio, accompagna i discepoli, mai li lascia soli, neppure nei momenti più brutti. Mai».
(Osservatore Romano)
Tweet
-  "Lasciamoci sorprendere dalla novità che solo Cristo può dare. Che la sua tenerezza e il suo amore muovano i nostri passi."