giovedì 18 maggio 2017

Italia
Papa a Genova: “Ma se ghe penso”

Secolo XIX
L’idea è del cardinale Bagnasco e chiuderà sabato 27 maggio la giornata genovese di Francesco. A salutare il Papa, figlio di piemontesi che s’imbarcarono a Genova per emigrare in Argentina, sarà la canzone simbolo dei genovesi nel mondo, “Ma se ghe penso”. La eseguirà un altro simbolo della cultura popolare, il coro Monte Cauriol. A messa finita prenderà il posto della corale di San Lorenzo, ai piedi dell’altare, e intonerà le note composte ormai quasi cent’anni fa dal cantante e attore di varietà Mario Cappello e dal direttore d’orchestra Attilio Margutti. (...)