sabato 27 maggio 2017

Italia
Papa Francesco a Genova. Incontro con il mondo del lavoro allo Stabilimento Ilva.  "Un altro valore che in realtà è un disvalore è la tanto osannata “meritocrazia”. La meritocrazia affascina molto perché usa una parola bella: il “merito”; ma siccome la strumentalizza e la usa in modo ideologico, la snatura e perverte. La meritocrazia, al di là della buona fede dei tanti che la invocano, sta diventando una legittimazione etica della diseguaglianza"

Sala stampa della Santa Sede

Alle ore 7.30 di questa mattina, il Santo Padre Francesco è partito in aereo dall’aeroporto di Roma-Ciampino per la Visita pastorale all’Arcidiocesi di Genova.Al Suo arrivo all’aeroporto di Genova, il Papa è stato accolto dall’Em.mo Card. Angelo Bagnasco, Arcivescovo della Città, dall’On. Giovanni Toti, Presidente della Regione Liguria, dalla Dott.ssa Fiamma Spena, Prefetto di Genova, dal Sindaco, Dr. Marco Doria, e dal Direttore dell’aeroporto, Dr. Paolo Sirigu. Il Santo Padre si è poi recato in auto allo Stabilimento Ilva per l’incontro con il mondo del lavoro.
Nel corso dell’incontro Papa Francesco ha risposto a quattro domande che gli sono state rivolte da un imprenditore, da una rappresentante sindacale, da un lavoratore e da una disoccupata. Al termine, si è trasferito alla Cattedrale di Genova per l’Incontro con i Vescovi della Liguria, il Clero, i Seminaristi, i Religiosi e le Religiose, i Collaboratori Laici della Curia e i Rappresentanti di altre Confessioni.
Riportiamo di seguito le risposte del Santo Padre: (...)