giovedì 25 maggio 2017

Repubblica.it
(Paolo Berizzi) Il gesto shock di don Amendola durante la commemorazione di un rapinatore squadrista morto nel 1977 durante un colpo per autofinanziare i gruppi dell'eversione di destra. Durante la sua orazione, finita su Youtube, il sacerdote ha definito il neofascista un "eroe della solidarietà".  E il prete fece il saluto romano per commemorare il rapinatore squadrista. «Per il camerata Umberto Vivirito… presente! Per il camerata Umberto Vivirito… presente!». Scandito due volte. Con il sacerdote che allunga il braccio destro accanto alle tombe e alla bandiera di Avanguardia (...)