martedì 16 maggio 2017

Filippine
Filippine. Vescovo in cella
Riforma
La Conferenza cristiana dell’Asia (Cca) ha condannato l’arresto e la detenzione di Carlo Morales, vescovo della Chiesa filippina Indipendente, confinante con la chiesa dell’Ifi, membro del Consiglio ecumenico delle chiese (Cec). Morales è stato arrestato la scorsa settimana insieme alla moglie, al conducente della sua auto e un amico comune ad un «ckeck point» nei pressi del villaggio di Gango a Ozamis City, nelle Filippine. La Conferenza cristiana dell’Asia è una comunione di chiese e di consigli ecumenici; il segretario generale, Mathews George Chunakara, ha dichiarato: «La Cca considera l’arresto e la detenzione illegali. Si tratta di un leader religioso e spirituale e questa è una violazione dei diritti umani». (...)