mercoledì 10 maggio 2017

SIR
La Corea sia sempre più un Paese in cui “anche i deboli nella società possono godere la dignità umana” - “Nell'ultimo anno abbiamo passato il tempo duro dell'impeachment e delle anticipate elezioni presidenziali. Ora il popolo ha eletto un nuovo presidente. Ora abbiamo bisogno di un leader che cammina la strada di vera pace e giustizia, valorizzando questi principi anche nei momenti di conflitti e confronti. Prego che il nuovo presidente diventi un grande leader che realizza la pace nella penisola coreana e lo sviluppo della gente coreana, radicando profondamente la democrazia nella nostra terra”. (...)