mercoledì 31 maggio 2017

(a cura Redazione "Il sismografo")
La notizia della morte dell'illustre porporato è stata diffusa dalla Congregazione per le Chiese Orientali che lo ricorda "con affetto e preghiera insieme alla sofferenza della cara Ucraina".
S.B. il Cardinale Lubomyr Husar, dei Monaci Studiti Ucraini, Arcivescovo Maggiore emerito di Kyiv-Halyč (Ucraina), è nato il 26 febbraio 1933 a Lviv, allora sede dell'Arcieparchia Metropolitana greco-cattolica. È figlio di Yaroslav e Rostyslava Demezuk. Ha compiuto gli studi elementari nella città nativa. Quindi è stato costretto a causa delle vicende belliche, nel 1944, ad abbandonare con tutta la famiglia l'Ucraina, rifugiandosi in Austria. A Salisburgo egli ha frequentato il ginnasio, organizzato dagli emigranti ucraini.
Successivamente, nel 1949 con i genitori e con la sorella maggiore, si è trasferito negli Stati Uniti d'America. Ha avuto dunque la possibilità di terminare l'educazione secondaria nel Seminario minore a Stamford, Connecticut. In seguito ha fatto gli studi filosofici presso Saint Basil's College, ottenendo nel 1954 il baccellierato.
Come alunno del Saint Josaphat's Seminary a Washington, ha studiato teologia presso la Catholic University of America, ove nel 1958 ha ottenuto la licenza. Ha ricevuto l'ordinazione sacerdotale il 30 marzo 1958 dalle mani di Mons. Ambrose Senyshyn, per l'Eparchia di Stamford degli Ucraini.
Negli anni 1958-1969 è stato professore e prefetto presso il Seminario eparchiale di san Basilio a Stamford. Nel contempo ha svolto il lavoro pastorale a Kerhonkson e ad Ellenville, New York. Dal 1965 al 1969 è stato parroco della chiesa della Santissima Trinità a Kerhonkson, New York.
Insieme con l'attività pastorale, ha continuato gli studi filosofici presso la Fordham University a New York, ove nel 1967 ha conseguito il magistero.
Nel 1969 si è trasferito a Roma per fare la specializzazione in teologia presso la Pontificia Università Urbaniana. Nel 1972, sotto la direzione del prof. Janez Vodopivec, ha conseguito la laurea sul tema Metropolitan Andrew Sheptysky - Pioneer of Ecumenism.
Nel medesimo anno è entrato nel Monastero dei Monaci Studiti («Studion») a Grottaferrata. Ha emesso voti il 24 giugno 1973 e nel maggio dell'anno successivo è divenuto Superiore del Monastero.
Per oltre dieci anni, dal 1973 al 1984, ha insegnato Ecclesiologia presso la Pontificia Università Urbaniana.
È stato ordinato Vescovo il 2 aprile 1977 nel Monastero Studion dal compianto Cardinale Slipyj. L'eroico Cardinale Josyf Slipyj lo ha nominato, il 23 luglio 1978, Archimandrita dei monaci Studiti residenti fuori dell'Ucraina.
Nel 1985, dopo la morte del Cardinale Slipyj è divenuto Protosincello (Vicario generale) dell'Arcivescovo Maggiore degli Ucraini, il Cardinale Myroslav Ivan Lubachivsky, morto nel dicembre 2000, che in quel tempo (1984-1991) risiedeva a Roma.
Nel 1993, insieme a tutta la comunità monastica del Monastero Studion, è ritornato in Ucraina e si è stabilito a Zymna Voda, nell'Arcieparchia di Lviv. Nel 1993-94 è stato direttore spirituale nel Seminario di Lviv a Rudno. Nel 1995, con la comunità del Monastero, si è trasferito a Kolodiyivka, nell'Eparchia di Ternopil.
Il 22 febbraio 1996 è stato confermato vescovo e nominato alla Chiesa titolare di Nisa di Licia. Il 2 aprile dello stesso anno, con la creazione dell'Esarcato Arcivescovile di Kyiv-Vyshhorod, è stato nominato primo Esarca. Si è adoperato per la rinascita delle strutture elementari della Chiesa Greco-Cattolica Ucraina nella vasta parte centrale ed orientale del Paese. Ha viaggiato spesso in varie città e villaggi per trovare e favorire l'organizzazione dei fedeli greco-cattolici, spesso discendenti da famiglie forzatamente trasferite dall'Ucraina occidentale, durante il regime di Stalin.
Il 14 ottobre 1996 il Sinodo dei Vescovi della Chiesa Greco-Cattolica Ucraina lo ha designato all'ufficio di Ausiliare dell'Arcivescovo Maggiore, con particolari facoltà, perché il compianto Card. Lubachivsky, per motivi di salute, aveva bisogno di essere coadiuvato nel governo, nell'attività amministrativa e pastorale.
Dopo la pia morte del Cardinale Lubachivsky, avvenuta il 14 dicembre 2000, il Santo Padre lo ha nominato Amministratore Apostolico «sede vacante et ad nutum Sanctae Sedis» dell'Arcivescovato Maggiore di Lviv degli Ucraini.
Il 25 gennaio 2001 il Sinodo dei Vescovi della Chiesa Ucraina lo ha eletto Arcivescovo Maggiore di Lviv. Il Santo Padre ha confermato tale elezione il 26 dello stesso mese.
Il 6 dicembre 2004 l'Arcivescovado Maggiore di Lviv ha mutato il nome in Kyiv-Halyč e si è trasferito a Kyiv. Da tale data il Card. Husar è stato Arcivescovo Maggiore di Kyiv-Halyč, fino al 10 febbraio 2011, quando il Papa ha accettato la Sua rinuncia.
Nello stesso periodo (25 gennaio 2001 - 10 febbraio 2011) è stato Presidente del Sinodo della Chiesa Greco-Cattolica Ucraina.
Da Giovanni Paolo II creato e pubblicato Cardinale nel Concistoro del 21 febbraio 2001, del Titolo di Santa Sofia a Via Boccea.
Collegio cardinalizio dopo la morte del cardinale Husar
Elettori: 116                         
20 creati da Giovanni Paolo II       
52 creati da Benedetto XVI
44 creati da Francesco
Non-elettori: 105*
68 creati da Giovanni Paolo II      
26 creati da Benedetto XVI
11 creati da Francesco
Totale:   221
88 creati da Giovanni Paolo II
78 creati da Benedetto XVI
55 creati da Francesco
* - Include il cardinale scozzese Keith O'Brien che il 20 marzo 2015 ha perso il diritto di partecipare ad un eventuale conclave, ai concistori e ad ogni riunione riservata al Sacro Collegio mantenendo però il titolo cardinalizi.