sabato 15 aprile 2017

Repubblica.it
Così il Pontefice ha concluso la celebrazione al Colosseo, aggiungendo: "Vergogna per tutte le volte che noi vescovi e sacerdoti abbiamo ferito la Chiesa". "Vergogna per tutte le immagini di devastazioni, di distruzioni e di naufragio che sono diventate ordinarie nella nostra vita. Vergogna per il sangue innocente che quotidianamente viene versato di donne, di bambini, di immigrati e di persone perseguitate per il colore della loro pelle oppure per la loro appartenenza etnica e sociale e per la loro fede in Te". E' quasi un grido (...)
-La Via Crucis del Papa: vergogna per violenze e naufragi (Iacopo Scaramuzzi, Vatican Insider)