domenica 16 aprile 2017

Vaticano
La settimana di Papa Francesco dal 9 al 15 aprile."Il palpitare del Risorto è ciò che ci è stato donato e che ci è chiesto di donare a nostra volta come forza trasformatrice, come fermento di nuova umanità"

(a cura Redazione "Il sismografo")
Domenica 9 aprile 2017
*** Celebrazione della Domenica delle Palme e della Passione del Signore. Omelia
-  "Questo Gesù, non è un illuso che sparge illusioni, un profeta “new age”, un venditore di fumo, tutt’altro: è un Messia ben determinato, con la fisionomia concreta del servo, il servo di Dio e dell’uomo che va alla passione; è il grande Paziente del dolore umano"

- "Gesù non ci chiede di contemplarlo soltanto nei quadri o nelle fotografie, oppure nei video che circolano in rete. No. E’ presente in tanti nostri fratelli e sorelle che oggi, oggi patiscono sofferenze come Lui: soffrono per un lavoro da schiavi, soffrono per i drammi familiari, per le malattie… Soffrono a causa delle guerre e del terrorismo, a causa degli interessi che muovono le armi e le fanno colpire. Uomini e donne ingannati, violati nella loro dignità, scartati…."
Omelia del Santo Padre
[Text: Italiano, Français, English, Español, Português
*** Dall'Angelus del Papa
Il dolore del Santo Padre per i morti e feriti in un attentato di oggi in una chiesa copta di Tanta in Egitto
A Cristo, che oggi entra nella Passione, e alla Vergine Santa affidiamo le vittime dell’attentato terroristico avvenuto venerdì scorso a Stoccolma, come pure quanti sono ancora duramente provati dalla guerra, sciagura dell’umanità. E preghiamo per le vittime dell’attentato compiuto purtroppo oggi,
questa mattina, al Cairo, in una chiesa copta. Al mio caro fratello, Sua Santità Papa Tawadros II, alla Chiesa Copta e a tutta la cara nazione egiziana esprimo il mio profondo cordoglio, prego per i defunti e per i feriti, sono vicino ai familiari e all’intera comunità. Il Signore converta il cuore delle persone che seminano terrore, violenza e morte, e anche il cuore di quelli che fanno e trafficano le armi.
Lunedì 10 aprile 2017
*** Udienza ai Membri del Comitato Nazionale per la Biosicurezza, le Biotecnologie e le Scienze della Vita
Discorso del Santo Padre 
Alle ore 11 di questa mattina, nella Sala dei Papi del Palazzo Apostolico Vaticano, il Santo Padre Francesco ha ricevuto in Udienza i Membri del Comitato Nazionale per la Biosicurezza, le Biotecnologie e le Scienze della Vita, in occasione del 25.mo anniversario dell’istituzione del Comitato presso la Presidenza del Consiglio dei Ministri.
Discorso del Santo Padre
Illustri Signori e Signore,
do il mio cordiale benvenuto a ciascuno di voi e ringrazio il Presidente, Professor Andrea Lenzi, per le cortesi parole con cui ha introdotto questo nostro incontro. Desidero anzitutto esprimere apprezzamento per il lavoro svolto dal Comitato Nazionale per la Biosicurezza, le Biotecnologie e le Scienze della Vita nei 25 anni dalla sua istituzione presso la Presidenza del Consiglio dei Ministri.
(Testo)
*** Comunicato Elemosineria Apostolica. La “Lavanderia di Papa Francesco”E’ entrata in funzione oggi, lunedì 10 aprile, la “Lavanderia di Papa Francesco”. Si tratta di un servizio offerto gratuitamente alle persone più povere, in particolare a quelle senza fissa dimora, che potranno cosi lavare, asciugare e stirare i propri indumenti e coperte.
Sala stampa della Santa Sede
Martedì 11 aprile 2017
*** Lunedì 10. Nel pomeriggio di lunedì 10, nell’Auletta dell’Aula Paolo VI, il Santo Padre Francesco ha incontrato un gruppo di bambini e ragazzi ricoverati all’Ospedale Pediatrico “Bambino Gesù” di Roma, accompagnati dai loro genitori e dai medici che li hanno in cura. I ragazzi - dai 5 ai 18 anni – sono i protagonisti della serie televisiva della Rai “I Ragazzi del Bambino Gesù”. Erano presenti, tra gli altri, la Presidente dell’Ospedale Pediatrico, Mariella Enoc e il Direttore Generale della Rai, Antonio Campo Dall’Orto.
*** Concistoro Ordinario Pubblico per il voto su alcune Cause di Canonizzazione 
Giovedì 20 aprile 2017, alle ore 10, nella Sala del Concistoro del Palazzo Apostolico Vaticano, il Santo Padre Francesco presiederà la celebrazione dell’Ora Terza e il Concistoro Ordinario Pubblico per la Canonizzazione dei Beati:
- Andrea de Soveral, Ambrogio Francesco Ferro, sacerdoti diocesani, Matteo Moreira, laico, e 27 Compagni, martiri;
- Cristoforo, Antonio e Giovanni, adolescenti martiri;
- Faustino Míguez, sacerdote scolopio, fondatore dell’Istituto Calasanziano delle Figlie della Divina Pastora;
- Angelo da Acri (al secolo: Luca Antonio Falcone), sacerdote professo dell’Ordine dei Frati Minori Cappuccini;
- Francesco Marto e Giacinta Marto, fanciulli.

*** Attentati in Egitto: delegazione vaticana da Papa Tawadros II per portare la vicinanza di Papa Francesco e Benedetto XVI
Una delegazione vaticana è stata ricevuta oggi da Sua Santità papa Tawadros II, patriarca della Chiesa copta ortodossa, che domenica scorsa è sfuggito all’attentato nella cattedrale di san Marco ad Alessandria (sede del Patriarcato copto ortodosso), mentre celebrava la Divina Liturgia della Domenica delle Palme. La delegazione vaticana era composta dal cardinale Kurt Koch, presidente del Pontificio Consiglio per l’unità dei cristiani, dal nunzio apostolico in Egitto, monsignor Bruno Musarò, e dal segretario di papa Francesco Yoannis Lahzi Gaid. La delegazione – scrive il portavoce della Chiesa copta ortodossa – ha portato a papa Tawadros II i saluti di papa Francesco e di papa Benedetto XVI e le preghiere per “i martiri di Tanta e Alessandria che sono stati martirizzati nei due bombardamenti che hanno avuto luogo nelle due chiese domenica scorsa”. (SIR)

Mercoledì 12 aprile 2017
*** Calendario delle Celebrazioni presiedute dal Santo Padre Francesco (Aprile-Maggio 2017)
*** Papa Francesco visita alla Basilica di San Bartolomeo all'Isola Tiberina
 

Dichiarazione del Direttore della Sala stampa: Sabato 22 aprile, alle ore 17, il Santo Padre Francesco si recherà nella Basilica di San Bartolomeo all’Isola Tiberina per celebrare la Liturgia della Parola con la Comunità di Sant’Egidio, in memoria dei “Nuovi Martiri” del XX e XXI secolo.
Sala stampa della Santa Sede

*** L'Udienza generale di Papa Francesco 
- "In questi giorni lasciamoci avvolgere dal mistero di Gesù che, come chicco di grano, morendo ci dona la vita. È Lui il seme della nostra speranza"
Cari fratelli e sorelle, buongiorno!
Domenica scorsa abbiamo fatto memoria dell’ingresso di Gesù in Gerusalemme, tra le acclamazioni festose dei discepoli e di molta folla. Quella gente riponeva in Gesù molte speranze: tanti attendevano da Lui miracoli e grandi segni, manifestazioni di potenza e persino la libertà dai nemici occupanti. Chi di loro avrebbe immaginato che di lì a poco Gesù sarebbe stato invece umiliato, condannato e ucciso in croce?
(Testo)
Giovedì 13 aprile 2017
***  Santa Messa del Crisma nella Basilica Vaticana. Omelia di Papa Francesco
- "Mai la misericordia del lieto Annuncio potrà essere una falsa commiserazione, che lascia il peccatore nella sua miseria perché non gli dà la mano per alzarsi in piedi e non lo accompagna a fare un passo avanti nel suo impegno"La Messa del Crisma è stata concelebrata dal Santo Padre con i Cardinali, i Vescovi e i Presbiteri (diocesani e religiosi) presenti a Roma. Nel corso della Celebrazione Eucaristica, i sacerdoti hanno rinnovao le promesse fatte al momento della Sacra ordinazione; quindi ha luogo la benedizione dell’olio degli infermi, dell’olio dei catecumeni e del crisma.
Omelia del Santo Padre
«Lo Spirito del Signore è sopra di me; / per questo mi ha consacrato con l’unzione / e mi ha mandato a portare ai poveri il lieto annuncio, / a proclamare ai prigionieri la liberazione / e ai ciechi la vista; / a rimettere in libertà gli oppressi» (Lc 4,18). Il Signore, Unto dallo Spirito, porta il lieto.
[Text: Italiano, Français, English, Español, Português]
*** Visita pastorale del Santo Padre Francesco alla Diocesi di Bologna (1° ottobre 2017) (Bologna e Cesena)
Sala stampa della Santa Sede

*** A pranzo con Francesco 
Come è ormai consuetudine, nel giorno del giovedì santo in cui la Chiesa ricorda l’istituzione del sacerdozio, il Papa ha voluto vivere un particolare momento di comunione con dieci parroci romani, preti diocesani e religiosi. 
L'Osservatore Romano
*** Papa a carcere Paliano - Santa Messa “in Coena Domini” nella Casa di Reclusione di Paliano (Frosinone) - Omelia di Papa Francesco
Sala stampa della Santa Sede
Papa Francesco visita Benedetto XVI
Papa Francesco si è recato ieri pomeriggio al monastero "Mater Ecclesiae" per porgere, come ogni anno, gli auguri di Pasqua a Benedetto XVI. In questa occasione la visita ha avuto un doppio carattere celebrativo per il prossimo 90º compleanno del Papa Emerito.

*** Il Papa degli ultimi. Intervista a Papa Francesco a cura di Paolo Rodari
«Penso che oggi il peccato si manifesti con tutta la sua forza di distruzione nelle guerre, nelle diverse forme di violenza e maltrattamento, nell’abbandono dei più fragili. Il mondo deve fermare i signori della guerra. Perché a farne le spese sono sempre gli ultimi, gli inermi». Papa Francesco arriva oggi nella Casa di Reclusione di Paliano (Frosinone) per celebrare la Messa in Coena Domini con il rito della lavanda dei piedi ad alcuni detenuti.
La Repubblica
Venerdì 14 aprile 2017
*** Passione del Signore
Alle 17 il Santo Padre, nella Basilica San Pietro, ha presieduto la Celebrazione della Passione del Signore. L'omelia della liturgia è stata pronunciata dal Predicatore della Casa Pontifica padre Raniero Cantalamessa.

(Testo dell'omelia di p. Cantalamessa)
*** Via Crucis 2017
Alle ore 21, presso il Colosseo di Roma Papa Francesco presiede la Via Crucis. Per il rito le Meditazioni sono state scritte dal teologa francese Anne-Marie Pelletier.

Preghiera Finale (22.39)
Sabato 16 aprile 2017
*** Veglia Pasquale nella Notte Santa di Pasqua. Omelia del Santo Padre
- "Il palpitare del Risorto è ciò che ci è stato donato e che ci è chiesto di donare a nostra volta come forza trasformatrice, come fermento di nuova umanità"
«Dopo il sabato, all’alba del primo giorno della settimana, Maria di Magdala e l’altra Maria andarono a visitare il sepolcro» (Mt 28,1). Possiamo immaginare quei passi…: il tipico passo di chi va al cimitero, passo stanco di confusione, passo debilitato di chi non si convince che tutto sia finito in quel modo… Possiamo immaginare i loro volti pallidi, bagnati dalle lacrime… E la domanda: come può essere che l’Amore sia morto?
A differenza dei discepoli, loro sono lì – come hanno accompagnato l’ultimo respiro del Maestro sulla croce e poi Giuseppe di Arimatea nel dargli sepoltura –; due donne capaci di non fuggire, capaci di resistere, di affrontare la vita così come si presenta e di sopportare il sapore amaro delle ingiustizie. Ed eccole lì, davanti al sepolcro, tra il dolore e l’incapacità di rassegnarsi, di accettare che tutto debba sempre finire così.
E se facciamo uno sforzo con la nostra immaginazione, nel volto di queste donne possiamo trovare i volti di tante madri e nonne, il volto di bambini e giovani che sopportano il peso e il dolore di tanta disumana ingiustizia. Vediamo riflessi in loro i volti di tutti quelli che, camminando per la città, sentono il dolore della miseria, il dolore per lo sfruttamento e la tratta. In loro vediamo anche i volti di coloro che sperimentano il disprezzo perché sono immigrati, orfani di patria, di casa, di famiglia; i volti di coloro il cui sguardo rivela solitudine e abbandono perché hanno mani troppo rugose. Esse riflettono il volto di donne, di madri che piangono vedendo che la vita dei loro figli resta sepolta sotto il peso della corruzione che sottrae diritti e infrange tante aspirazioni, sotto l’egoismo quotidiano che crocifigge e seppellisce la speranza di molti, sotto la burocrazia paralizzante e sterile che non permette che le cose cambino. Nel loro dolore, esse hanno il volto di tutti quelli che, camminando per la città, vedono crocifissa la dignità.
[Text: Italiano, Français, English, Español, Português]
Tweet della settimana
- "O Croce di Cristo, suscita in noi il desiderio di Dio, del bene e della luce." (domenica 9 aprile 2017)
 - "Rivolgiamo lo sguardo a Gesù, chiediamo la grazia di comprendere meglio il mistero del suo sacrificio per noi in questa Settimana Santa."(lunedì 10 2017)
 - "Gesù viene a salvarci e siamo chiamati a scegliere la sua via: la via del servizio, del dono, della dimenticanza di sé." (martedì 11 aprile 2017)
- "Se è abissale il mistero del male, infinita è la realtà dell’Amore di Dio che lo ha attraversato e lo ha vinto." (mercoledì 12 aprile 2017)
- "Ci fa bene uscire dai nostri recinti, perché è proprio del Cuore di Dio traboccare di misericordia, straripare, spargendo la sua tenerezza." (giovedì 13 aprile 2017)
- "O Croce di Cristo, insegnaci che l’alba del sole è più forte dell’oscurità della notte, e che l’amore eterno di Dio vince sempre." (venerdì 14 aprile 2017)
-  "Questa è la festa della nostra speranza, la celebrazione della certezza che niente e nessuno potranno mai separarci dall’amore di Dio." (sabato 15 aprile 2017)