giovedì 6 aprile 2017

Vaticano
Giovedì 6 aprile: la giornata del Papa
(a cura Redazione "Il sismografo")
*** Udienze, Lettere Credenziali, Rinunce e Nomine
*** Comunicato della Sala Stampa: Messa “in Coena Domini” presieduta dal Santo Padre
Il Santo Padre Francesco nel pomeriggio di giovedì 13 aprile si recherà nella Casa di Reclusione di Paliano (in Provincia di Frosinone e Diocesi di Palestrina) per celebrare la Messa in Cæna Domini, con il rito della lavanda dei piedi ad alcuni detenuti. La visita avrà un carattere strettamente privato.
Sala stampa della Santa Sede
Carcere di Paliano - Frosinone
*** Messa a Santa Marta. Omelia del Santo Padre
Ogni cristiano dovrebbe dedicare un giorno alla «memoria» per rileggere la propria storia personale inserendola nella storia di un popolo: «Io non sono solo, sono un popolo», un «popolo sognato da Dio».
È l’invito fatto da Papa Francesco durante la messa celebrata a Santa Marta giovedì 6 aprile.
Partendo dalla liturgia della parola, che presenta la figura di Abramo, padre nella fede, il Pontefice ha fatto notare come nel tempo di quaresima il credente sia spesso incoraggiato «a fermarsi un po’ e a pensare». Non a caso i due passi della Scrittura della liturgia del giorno (Genesi, 17, 3-9 e Giovanni, 8, 51-59) dicono: «Fermati. Fermati un po’. Pensa a tuo padre». E al centro dell’attenzione c’è Abramo.
Nella prima lettura, infatti, «si parla di quel dialogo di Dio con Abramo, quando Dio fa l’alleanza con lui», e nel vangelo Gesù e i farisei lo chiamano «padre» perchè egli «è colui che incominciò a generare questo popolo che oggi è la Chiesa, siamo noi: uomo leale». Raccogliendo dunque l’invito delle Scritture, ha aggiunto il Pontefice, «ci farà bene pensare a nostro padre Abramo».
L'Osservatore Romano

 *** L’Annuario Pontificio 2017 e l’«Annuarium Statisticum Ecclesiae» 2015
Sala stampa della Santa Sede

Tweet
- "La speranza è quella che apre il credente alle sorprese di Dio."