giovedì 20 aprile 2017

(a cura Redazione "Il sismografo"
I voti del Concistoro voluto da Papa Francesco hanno sancito che Francesco e Giacinta, pastorelli di Fatima, siano proclamati santi. La canonizzazione presieduta da Papa Francesco avverrà a Fatima il prossimo 13 maggio.
FRANCESCO MARTO. Nacque l´11 giugno del 1908 ad Aljustrel. Morì santamente il 4 aprile del 1919, nella casa paterna. Molto sensibile e contemplativo, orientò tutta la sua spiritualità e penitenza per "consolare il Signore".  I suoi resti mortali rimasero sepolti nel cimitero parrocchiale fino al 13 marzo del 1952, data in cui furono traslati nella Basilica della Cova da Iria, nella Cappella a lato destro dell´altare maggiore.
GIACINTA MARTO. Nacque ad Aljustrel l’11 marzo 1910. Morì santamente il 20 febbraio 1920 nell’ospedale “D. Estefania” a Lisbona, dopo una lunga e dolorosa malattia, “offrendo tutte le sue sofferenze per la conversione dei peccatori, per la pace nel mondo e per il Santo Padre”. Il 12 settembre del 1935 la sua salma fu solennemente traslata, dalla tomba di famiglia del Barone di Alvaiázere in Vila Nova de Ourém, al cimitero di Fátima, vicino ai resti mortali del suo fratellino Francesco.  Il 1° maggio del 1951 i resti mortali di Giacinta vennero deposti, in forma molto semplice, nella tomba preparata nella Basilica della Cova da Iria, nella Cappella laterale, a sinistra dell’altare maggiore.  Il processo di Beatificazione dei Veggenti di Fátima, Francesco e Giacinta Marto, dopo le prime investigazioni fatte nel 1945, iniziò nel 1952 e si concluse nel 1979.