martedì 11 aprile 2017

Radio Vaticana
(Fabio Colgrande) “I clima generale è sicuramente di forte tensione e i controlli sono aumentati in maniera esponenziale. Agli ingressi della città ci sono posti di blocco ogni poche decine di chilometri e i controlli sono continui. Ma, nonostante questo clima, sicuramente pesante, la comunità copta e quella islamica danno prova di grande coraggio e maturità. Proprio a Tanta, uno dei luoghi feriti dalle nuove stragi della domenica delle palme, le due comunità hanno pregato assieme nella chiesa di San Giorgio, teatro dell’attentato, subito risistemata e riaperta dopo il sanguinoso attacco. (...)