mercoledì 15 marzo 2017

Vaticano
Mercoledì 15 marzo: la giornata del Papa
(a cura Redazione "Il sismografo")
*** L'Udienza generale di Papa Francesco
- "Siamo chiamati all’amore, alla carità: questa è la nostra vocazione più alta, la nostra vocazione per eccellenza; e ad essa è legata anche la gioia della speranza cristiana"
Cari fratelli e sorelle, buongiorno!
Sappiamo bene che il grande comandamento che ci ha lasciato il Signore Gesù è quello di amare: amare Dio con tutto il cuore, con tutta l’anima e con tutta la mente e amare il prossimo come noi stessi (cfr Mt 22,37-39). Siamo chiamati all’amore, alla carità: questa è la nostra vocazione più alta, la nostra vocazione per eccellenza; e ad essa è legata anche la gioia della speranza cristiana, chi ama ha la gioia della speranza di arrivare a incontrare il grande Amore che è il Signore.
L’Apostolo Paolo, nel passo della Lettera ai Romani che abbiamo appena ascoltato, ci mette in guardia: c’è il rischio che la nostra carità sia ipocrita, che il nostro amore sia ipocrita. Ci dobbiamo chiedere allora: quando avviene questo, questa ipocrisia? E come possiamo essere sicuri che il nostro amore sia sincero, che la nostra carità sia autentica? Di non fare finta di fare carità o che il nostro amore non sia una telenoela, amore sincero in vece, forte.
(Testo)
*** Visita pastorale del Santo Padre Francesco a Carpi (2 aprile 2017)
Programma
*** Francesco: Lettera alle Confraternite della carità. Per ridare coraggio ai più poveri

(Testo)
Tweet
- La Parola di Dio ci aiuta ad aprire gli occhi per accogliere la vita e amarla, soprattutto quando è debole.