domenica 12 febbraio 2017

Vaticano
Domenica 12 febbraio: la giornata del Papa
(a cura Redazione "Il sismografo")
*** L'Angelus di Papa Francesco
- "Quello che fu detto nell’antica alleanza non era tutto: Gesù è venuto per dare compimento e per promulgare in modo definitivo la legge di Dio"
- "Gesù ci invita a non stabilire una graduatoria delle offese, ma a considerarle tutte dannose, in quanto mosse dall’intento di fare del male al prossimo."
Cari fratelli e sorelle, buongiorno!L’odierna liturgia ci presenta un’altra pagina del Discorso della montagna, che troviamo nel Vangelo di Matteo (cfr 5,17-37). In questo brano, Gesù vuole aiutare i suoi ascoltatori a compiere una rilettura della legge mosaica. Quello che fu detto nell’antica alleanza, era vero, si!, ma non era tutto: Gesù è venuto per dare compimento e per promulgare in modo definitivo la legge di Dio. Fino all'ultima iota.
Egli ne manifesta le finalità originarie e ne adempie gli aspetti autentici, e fa tutto questo mediante la sua predicazione e più ancora con l’offerta di sé stesso sulla croce.
Così Gesù insegna come fare pienamente la volontà di Dio, - e usa questa parabola - con una “giustizia superiore” rispetto a quella degli scribi e dei farisei (cfr v. 20). Una giustizia animata dall’amore, dalla carità, dalla misericordia, e pertanto capace di realizzare la sostanza dei comandamenti, evitando il rischio del formalismo. Questo posso, questo non posso, no", di più!
Tweet
- "La dignità dei bambini va rispettata: chiediamo che sia eliminata la schiavitù dei bambini-soldato in ogni parte del mondo."