venerdì 20 gennaio 2017

Vaticano
(a cura Redazione "Il sismografo")
*** Udienze e nomina
 Santa Marta. Omelia del Santo Padre
«La debolezza di Dio» è che, perdonandoci, arriva a dimenticare i nostri peccati. E così è sempre pronto a farci radicalmente «cambiare vita, non solo mentalità e cuore». Da parte nostra, però, ci dev’essere l’impegno a vivere fino in fondo questa «nuova alleanza», questa «ri-creazione», mettendo da parte la tentazione di condannare e le stupidaggini della mondanità, e ravvivando sempre la nostra «appartenenza» al Signore. Ecco le indicazioni pratiche suggerite dal Papa nella messa celebrata venerdì mattina, 20 gennaio, nella cappella della Casa Santa Marta.
La liturgia, ha subito fatto notare Francesco, «ha un’orazione, una preghiera molto bella, che ci fa capire la profondità dell’opera di Gesù Cristo: “O Dio, tu che hai creato meravigliosamente il mondo, ma più meravigliosamente lo hai ricreato”, cioè con il sangue di Gesù, con la redenzione». Proprio «questo rinnovamento, questa ri-creazione è ciò di cui si parla oggi nella prima lettura», tratta dalla lettera agli Ebrei (8, 6-13). Siamo di fronte, ha affermato, alla promessa del Signore: «Ecco: vengono giorni, quando io concluderò un’alleanza nuova. Non sarà come l’alleanza che feci con i loro padri”». È «un’alleanza nuova», dunque, «e l’alleanza nuova che Dio fa in Gesù Cristo è la ri-creazione: rinnova tutto». Questo vuol dire «rinnovare tutto dalle radici, non soltanto nell’apparenza».
Osservatore Romano 
*** Messaggio del Santo Padre Francesco al 45mo Presidente degli Stati Uniti d’America Donald Trump, in occasione del suo insediamento alla Casa Bianca
*** Comunicato della Sala Stampa: Udienza al Presidente della Repubblica del Paraguay
Questa mattina il Santo Padre Francesco ha ricevuto in Udienza S.E. il Signor Horacio Manuel Cartes Jara, Presidente della Repubblica del Paraguay, il quale si è successivamente incontrato con Sua Eminenza il Cardinale Pietro Parolin, Segretario di Stato, accompagnato da Sua Eccellenza Mons. Paul Richard Gallagher, Segretario per i Rapporti con gli Stati.
I colloqui, svoltisi in un clima di cordialità, hanno evidenziato le buone relazioni esistenti fra la Santa Sede e il Paraguay. Sono stati passati in rassegna temi di comune interesse, quali lo sviluppo integrale della persona umana, la lotta alla povertà e la pace sociale. In tale prospettiva, si è accennato pure alla collaborazione con la Chiesa cattolica ed al contributo che essa offre nell’ambito sociale, formativo e nell’assistenza ai più bisognosi.
Nel prosieguo della conversazione si è avuto uno scambio di vedute sulla situazione politica e sociale regionale, con speciale riferimento allo sviluppo delle istituzioni democratiche.
[Text: Italiano, English, Español]
Tweet
- "L’unità dei cristiani non è il frutto dei nostri sforzi umani ma è un dono che viene dall’alto."