martedì 31 gennaio 2017

Vaticano
(a cura Redazione "Il sismografo")
*** Santa Marta. Omelia del Santo Padre
Gesù non guarda le «statistiche» ma ha attenzione per «ognuno di noi». Uno per uno. Lo «stupore dell’incontro con Gesù», quella meraviglia che coglie chi lo guarda e si rende conto che il Signore già aveva «fisso il suo sguardo» su di lui, è stata descritta da Papa Francesco nell’omelia della messa celebrata a Santa Marta martedì 31 gennaio.
È stato proprio lo «sguardo» il filo conduttore della meditazione che ha preso le mosse dal brano della lettera agli Ebrei (12, 1-4) nel quale l’autore, dopo aver sottolineato l’importanza del fare «memoria», invita tutti: «Corriamo con perseveranza, tenendo fisso lo sguardo su Gesù».

Raccogliendo tale suggerimento, il Pontefice ha preso in esame il vangelo del giorno (Marco, 5 21-43) per vedere «cosa fa Gesù».
Il particolare più evidente è che «Gesù è sempre in mezzo alla folla». Nel brano evangelico proposto dalla liturgia «la parola “folla”» è ripetuta per ben tre volte. E non si tratta, ha sottolineato il Papa, di un ordinato «corteo di gente», con le guardie «che gli fanno la scorta, affinché la gente non lo toccasse»: piuttosto è una folla che avvolge Gesù, che «lo stringe». E lui «è rimasto lì». E, anzi, «ogni volta che Gesù usciva, c’era più folla». Forse, ha detto Francesco con una battuta, «gli specialisti delle statistiche avrebbero potuto pubblicare: “Cala la popolarità del Rabbi Gesù”».
(L'Osservatore Romano)

*** Comunicato del Pontificio Consiglio per il Dialogo Interreligioso sull’incontro con l’ufficio del Dialogo Interreligioso e la Cooperazione del Consiglio mondiale delle Chiese
The staff-members of the Office of Interreligious Dialogue and Cooperation (IRDC) of the World Council of Churches (WCC) as well as their colleagues from the Pontifical Council for Interreligious Dialogue (PCID), held their annual meeting at the PCID Offices on 30th-31st January 2017.
Both the delegations expressed their appreciation for the opportunity to meet a few days after the conclusion of the Week of Prayer for Christian Unity. The gave thanks to God for their friendship and fruitful cooperation in promoting constructive relations with individuals and communities belonging to other religious traditions.
Tweet
- "Imitiamo l’atteggiamento di Gesù verso i malati: Lui si prende cura di tutti, condivide la loro sofferenza e apre il cuore alla speranza."