martedì 17 gennaio 2017

Vaticano
Martedì 17 gennaio: la giornata del Papa
(a cura Redazione "Il sismografo")
*** Nomina
Santa Marta: omelia del Santo Padre
Il cristiano, consapevole che «Dio non delude», deve sempre avere «orizzonti aperti» alla speranza. Anche di fronte alle avversità non deve rimanere «parcheggiato» o «pigro», senza la «voglia di andare avanti». Contiene un deciso invito al «coraggio» la meditazione svolta da Papa Francesco nella messa celebrata a Santa Marta martedì 17 gennaio. Lo spunto è giunto dalla prima lettura della liturgia del giorno, nella quale l’autore della Lettera agli Ebrei (6, 10-20) ammonisce appunto «di essere coraggiosi». Tant’è, ha detto il Pontefice, che «se noi volessimo scrivere un titolo a questo passo dovremmo dire: “Siate coraggiosi”».
Quindi il coraggio. Del quale nella Scrittura si dice: «Che ciascuno di voi dimostri lo zelo — cioè, ha detto il Papa, “il coraggio per andare avanti” — e questo zelo vi porterà al compimento fino alla fine». Del resto, ha spiegato Francesco, coraggio «è una parola che piace tanto a san Paolo». Così, ad esempio, quando l’apostolo riflette sull’atteggiamento del cristiano nei confronti della vita «ci parla dell’allenamento che fanno nello stadio, nella palestra, quelli che vogliono vincere», e spiega che ci vuole «coraggio, andare avanti senza vergogna». Perché, ha aggiunto il Pontefice, «vita coraggiosa è quella del cristiano».
*** Il Papa rende l'ultimo omaggio al card. Agustoni
Stamane in San Pietro, Papa Francesco ha dato l'ultimo saluto al cardinale svizzero Gilberto Agustoni, prefetto emerito del Supremo Tribunale della Segnatura Apostolica, morto il 13 gennaio scorso all’età di 94 anni. Le esequie sono state celebrate presso l’Altare della Cattedra della Basilica Vaticana dal cardinale decano Angelo Sodano. Al termine della Messa, il Papa ha presieduto il rito dell’Ultima Commendatio e della Valedictio.
Radio Vaticana
*** Comunicato della Santa Sede sull'Ordine di Malta
In relazione agli avvenimenti di queste ultime settimane riguardanti il Sovrano Militare Ordine di Malta, la Santa Sede desidera ribadire il suo appoggio ed incoraggiamento all’encomiabile lavoro che membri e volontari realizzano in varie parti del mondo, in compimento delle finalità dell’Ordine: la “tuitio fidei” (la difesa della fede) e l’ “Obsequium pauperum” (il servizio ai poveri, ai malati e alle persone più vulnerabili).
[Text: Italiano, Français, English]
Tweet
- "La pace è una “virtù attiva”, che richiede l’impegno e la collaborazione di ogni singola persona e dell’intero corpo sociale."