venerdì 11 novembre 2016

Vaticano
Venerdì 11 novembre: la giornata del Papa

(a cura Redazione "Il sismografo")
***  Udienze, rinunce e nomine. Avviso dell'Ufficio delle Celebrazioni Liturgiche

*** Santa Marta: omelia del Santo Padre
L’amore cristiano è sempre «concreto», con tanto di «opere di misericordia», perché ha come unico criterio l’incarnazione di Cristo; per questa ragione non si deve cadere nel seducente «processo» di «intellettualizzare e ideologizzare» che «scarnifica l’amore», arrivando così al «triste spettacolo di un Dio senza Cristo, di un Cristo senza Chiesa e una Chiesa senza popolo». È proprio dal rischio di credere a «un amore da romanzo o telenovela, mondano, filosofico, astratto e soft» che il Papa ha messo in guardia nella messa celebrata venerdì mattina, 11 novembre, nella cappella della Casa Santa Marta.
Per la sua riflessione, Francesco ha preso le mosse dal passo della seconda lettera di san Giovanni (1,3-9) proposto dalla liturgia: «Sembra — ha fatto notare — una lettera di un innamorato: è il dialogo di amore fra il pastore e la sua sposa, la Chiesa». Un dialogo «tanto delicato, tanto rispettoso», a tal punto che l’apostolo chiama la Chiesa «signora eletta da Dio».
(Osservatore Romano)
Udienza di Papa Francesco ai partecipanti al Giubileo dei senza fissa dimora- "Di fronte alla povertà non smettere mai di avere passione e di sognare a partire dal Vangelo"
- "La guerra è la povertà più grande perché distrugge ogni cosa".
- "Vi chiedo perdono per tutti i cristiani che davanti a un povero si sono girati dall'altra parte".
(Francesco Gagliano) (L'elaborazione del testo è una sintesi che la redazione ha fatto delle parole pronunciate dal Santo Padre)
Grazie a tutti voi, per essere qui, per avermi incontrato, per pregare per me. Il fatto di appoggiarvi a me, per trovare forza e pace, grazie per questo.
Ho preso nota di alcune parole, di questi testimoni e dei loro gesti, una cosa che Roberto diceva (come esseri umani noi non siamo diversi dai grandi del mondo, abbiamo i nostri sogni e passioni che cerchiamo di portare avanti a piccoli passi) la passione e il sogno ci portano avanti, la passione a volte ci fa soffrire ma è anche positiva e ci porta a sognare in questo caso.
(Il Sismografo)
*** 11.mo Venerdì della Misericordia di Papa Francesco. Incontro del Santo Padre con i sacerdoti che hanno lasciato il ministero (prima visita)
*** Incontro del Santo Padre con i sacerdoti che hanno lasciato il ministero (racconto e conclusione della visita)
Tweet
- " Cari amici, non dimentichiamo mai che nelle persone bisognose si incontra Gesù stesso."