venerdì 18 novembre 2016

Vaticano
Un’assoluta novità
L'Osservatore Romano
Sono attualmente 164 i collaboratori di ruolo diplomatico al servizio della Santa Sede: 129 lavorano presso le rappresentanze pontificie e 35 in Segreteria di Stato. Provengono da ben 48 Paesi di Africa, America, Asia, Europa, e il gruppo più numeroso è costituito dai 48 italiani.
La loro riunione — qualcuno di essi non ha potuto partecipare a causa di particolari circostanze nei Paesi dove svolgono servizio — organizzata in occasione del giubileo della misericordia è un’assoluta novità nella storia della diplomazia pontificia. Dopo aver partecipato alla messa presieduta dal Papa nella cappella della Domus Sanctae Marthae, i diplomatici hanno ascoltato la meditazione di monsignor Giacomo Morandi, sottosegretario della Congregazione per la dottrina della fede, e in processione si sono diretti verso la basilica vaticana per il passaggio della porta santa e la successiva preghiera presso la tomba di san Pietro. Nel pomeriggio è previsto un incontro con i superiori della Segreteria di Stato e, infine, una cena a casa Santa Marta con la partecipazione di Papa Francesco.
L'Osservatore Romano, 18-19 novembre 2016