domenica 13 novembre 2016

Radio Vaticana
Mentre continuano le due offensive contro i jihadisti dello Stato Islamico in Siria e Iraq, rimane critica la situazione dei cristiani. Cacciate dalle loro terre o vessate dall’occupazione fondamentalista, le comunità della regione aspettano con fiducia la fine della guerra. Di loro si è parlato nella tre giorni di conferenze “Damasco, prisma di speranza”, che celebra i cento anni del Pontificio Istituto Orientale di Roma. Il servizio di Michele Raviart: Sconfiggere il cosiddetto “Califfato” dell’Is è una priorità per il ritorno dei cristiani nelle loro terre. Dai villaggi assaliti nel nord-est della Siria alla cacciata da Mosul in Iraq, si attende la fine della guerra per ritrovare la stabilità. Spiega il segretario di Stato vatica (...)