domenica 6 novembre 2016

L'Huffington Post
E' uno scandalo salvare le banche e non quella che è la "bancarotta dell'umanità". Il Papa parla dei migranti e dei rifugiati tornando ad usare quella parola forte, "vergogna", che aveva già usato a Lampedusa. Una situazione "obbrobriosa", l'ha definita il pontefice parlando del Mediterraneo come "un cimitero" e sottolineando che i muri sono "macchiati di sangue innocente". Il Papa ha oggi incontrato in Vaticano i movimenti popolari per chiedere loro di proseguire l'impegno per un mondo che rimetta al centro "l'essere umano, l'uomo, la donna", al posto di quello che è oggi "il primato del denaro". (...)