martedì 15 novembre 2016

Vaticano
Martedì 15 novembre: la giornata del Papa
(a cura Redazione "Il sismografo")
*** Renuncia e nomina

*** Santa Messa per il Pellegrinaggio delle Diocesi dei Paesi Bassi. 
Alle ore 10 di questa mattina, presso l’Altare della Cattedra della Basilica Vaticana, ha avuto la Santa Messa per il Pellegrinaggio delle Diocesi dei Paesi Bassi in occasione dell’Anno Giubilare della Misericordia. Al termine della Celebrazione Eucaristica il Santo Padre Francesco arrivato in Basilica e ha rivoltoe il suo saluto ai partecipanti al pellegrinaggio giubilare. Pubblichiamo di seguito le parole del Santo Padre:
Parole del Santo Padre
*** Messaggio del Santo Padre al Presidente della 22ª sessione della Conferenza degli Stati Parte alla Convenzione-Quadro delle Nazioni Unite sui Cambiamenti Climatici (COP22) (Marrakech, 7-18 novembre 2016)
Pubblichiamo di seguito il Messaggio che il Santo Padre Francesco ha inviato al Ministro degli Affari Esteri e della Cooperazione del Regno del Marocco e Presidente della 22a sessione della Conferenza degli Stati Parte alla Convenzione-Quadro delle Nazioni Unite sui Cambiamenti Climatici (COP22), in corso a Marrakesh dal 7 al 18 novembre: (...)
[Text: Français, Italiano]
*** Santa Marta: l'omelia del Santo PadreSignore «forte», che rimprovera aspramente — anche se sempre per amore — quello proposto da Papa Francesco nell’omelia della messa celebrata a Santa Marta martedì 15 novembre. È l’immagine, suggerita dalla liturgia, di Gesù «che sta davanti a noi», e lo fa «per rimproverarci, perché ci ama, o per invitarci o per farsi invitare». Il rimprovero è quello che si trova nel libro dell’Apocalisse (3, 1-6.14-22) e che il Signore rivolge ai cristiani della Chiesa di Laodicea. Si tratta — ha spiegato il Pontefice — dell’«esempio di una Chiesa», ma che si ritrova «dappertutto». Si può infatti applicare a tutti «quei cristiani che non sono né freddi, né caldi: sono tiepidi. Sono acque tranquille, sempre». Al Signore che li rimprovera, costoro chiedono: «Ma perché mi rimproveri, Signore? Io non sono cattivo».
L'Osservatore Romano
Tweet
- "Se ognuno di noi, ogni giorno, fa un’opera di misericordia, ci sarà una rivoluzione nel mondo."