martedì 22 novembre 2016

Vaticano 
È disponibile la nuova brochure della Fondazione Joseph Ratzinger-Benedetto XVI. Promuovere la ricerca teologica dal suo interno
Fondazione  Joseph Ratzinger
È disponibile online la nuova brochure che presenta, in italiano e in inglese, gli scopi e la storia della Fondazione Vaticana Joseph Ratzinger-Benedetto XVI, l’albo d’oro di quanti sono stati insigniti con il Premio Ratzinger, le diverse edizioni dei Convegni internazionali e le varie iniziative promosse e sostenute dalla Fondazione, tra le quali la Biblioteca Romana Joseph Ratzinger-Benedetto XVI e il Master “Joseph Ratzinger: studi e spiritualità”. 
PROMUOVERE LA RICERCA TEOLOGICA DAL SUO INTERNO 
 di Federico Lombardi  S. I., Presidente della Fondazione 
Poche settimane dopo aver assunto il compito di Presidente della Fondazione Joseph Ratzinger – Benedetto XVI ho avuto il dono di un colloquio personale con il Papa emerito, in cui ho potuto esprimergli la gioia, con questo nuovo compito, di sentirmi ancora vicino a lui e al suo servizio, coltivando in favore della Chiesa la bellezza e la ricchezza della sua straordinaria eredità culturale e spirituale. 
Naturalmente gli ho anche chiesto se aveva qualche indicazione o messaggio da darmi per l’attività della Fondazione che porta il suo nome.  
Mi  ha  risposto che la sua idea era che si rendesse un servizio per promuovere la ricerca teologica nello spirito e nella direzione da lui vissuti e auspicati, cioè di un pieno e fecondo inserimento della teologia nella vita della Chiesa, e che ciò avvenisse “dall’interno stesso della ricerca teologica” perché dall’esterno “si può fare poco”.  
Sono rimasto profondamente colpito da queste parole del Papa teologo, che mi esprimeva la sua convinzione che la teologia potrà crescere e svilupparsi, aiutando i credenti e i ricercatori della verità a trovare e conoscere Dio, non grazie ad interventi disciplinari esterni, ma rispondendo alla sua vocazione ecclesiale di riflessione sulla fede e nella fede. 
Per questo dunque vogliamo impegnarci, con il riconoscimento dei premi, con le borse di studio per i giovani dottorandi, con la promozione di convegni e incontri di studio, e con le altre iniziative che potremo individuare o che ci verranno proposte in accordo con questo fine e compatibili con le nostre risorse.  
Il pensiero di Joseph Ratzinger attira l’interesse di molti giovani studiosi, come dimostrano i temi di dottorato scelti presso le Facoltà teologiche romane. La riflessione sul Pontificato di Benedetto XVI e sulla sua vita è oggetto degli approfondimenti di non pochi biografi e storici. Per la Fondazione c’è dunque molto da fare.  
Mons. Giuseppe Scotti, mio predecessore, ha posto solide basi e aperto molte vie per il nostro lavoro. Papa Francesco ci incoraggia. Contiamo sull’aiuto di tutti coloro che ci seguono, ci seguiranno, ci onoreranno della loro amicizia e – se vorranno e potranno – contribuiranno anche concretamente a sostenere e sviluppare le nostre attività.