giovedì 24 novembre 2016

Vaticano
Un camper in dono dal Papa all’Unitalsi
L'Osservatore Romano
Papa Francesco ha donato un camper all’Unione nazionale italiana trasporto ammalati a Lourdes e santuari internazionali (Unitalsi) perché sia «uno strumento di misericordia a servizio delle famiglie in difficoltà e delle persone con disabilità». A consegnare il dono del Pontefice è stato l’arcivescovo Rino Fisichella, presidente del Pontificio Consiglio per la promozione della nuova evangelizzazione. Il camper era stato offerto a Francesco lo scorso 22 ottobre, in occasione della giornata giubiliare del Plen Air che aveva riunito in piazza San Pietro oltre tremila camperisti e appassionati del turismo in libertà per rilanciare valori e contenuti espressi nell’enciclica Laudato si’.
«Papa Francesco — ha spiegato monsignor Fisichella — conosce bene l’Unitalsi e ne apprezza l’attenzione e la cura che mette nei confronti delle persone malate e disabili». E così «quando gli è stato donato questo camper, e gli ho proposto di regalarlo per le attività dell’associazione, il Papa ha detto subito di sì».
Alla cerimonia di consegna era presente, tra gli altri, il presidente nazionale dell’associazione, Antonio Diella. «Il mezzo verrà usato — ha annunciato — per sostenere le famiglie romane che hanno in casa una persona con disabilità». E con «il progetto "vacanze senza barriere", le persone disabili verranno accompagnate su percorsi turistici della provincia di Roma». Ma il camper sarà anche un vero e proprio «sportello per la disabilità che girerà alcuni municipi della Capitale per raccogliere le istanze, le necessità e le emergenze delle tante famiglie romane costrette a confrontarsi con il sostegno a un familiare con disabilità». Partner del progetto sono le parrocchie e anche alcuni municipi.
L'Osservatore Romano, 24-25 novembre 2016