venerdì 25 novembre 2016

Vatican Insider
(Gianni Valente) Intervista con il neo-cardinale redentorista: la «balcanizzazione» della Chiesa in USA è «alimentata da persone che continuano a parlare solo con quelli con cui sono d’accordo». E i carcerati possono cogliere meglio cos’è la misericordia, perché «non hanno ragioni per vantarsi davanti a Dio». -- Respinge il «soprannome» di «Principe della Chiesa». Consiglia di aspettare e osservare con attenzione le «decisioni concrete» del nuovo Presidente USA, senza antagonismi o benedizioni «a scatola chiusa». Ricorda la nonna immigrata dall’Irlanda, che pregava solo in irish, «perché non era sicura che Dio capisse l’inglese». Il neo-cardinale Joseph William Tobin, (...)