mercoledì 30 novembre 2016

Siria
Aleppo, sotto le bombe non si spegne la speranza
Vatican Insider
(Luca Rolandi) «La Siria vanta antichi fasti e conta laceranti conflitti. Abitata ininterrottamente da più di 8mila anni, è una terra che ha visto l’uomo superare geroglifici e caratteri cuneiformi, imparando a comunicare con il suo prossimo con alfabeti che hanno poi generato la scrittura moderna. Ma sempre qui tante, troppe volte nel corso dei secoli, ci si è abbandonati a una brutalità figlia della negazione dell’altro, non ascoltato e non compreso», sono queste alcune delle considerazioni di don Pier Janbloyan, prete salesiano che racconta l’inferno di Aleppo. Don Pier è stato a Torino, all’Istituto Agnelli, scuola della comunità salesiana per un incontro con i confratelli e i giovani. Parla con la gente comune, le istituzioni e la stampa: fornisce dati e storie. (...)