lunedì 28 novembre 2016

Siria
Aleppo sotto i bombardamenti, ultimo tweet di Bana Alabed
La Repubblica
(Francesca Cafferi) L’ultima foto la mostra fra la polvere, sconvolta: “Da questa notte non abbiamo più una casa. E’ stata bombardata ed è andata in pezzi. Ho visto persone morte e sono quasi morta anche io”. Da due mesi, Bana Alabed, sette anni, con i suoi tweet è diventata uno dei simboli della vita dei migliaia di civili intrappolati nella parte orientale di Aleppo, al centro della battaglia fra i ribelli, che la controllano da oltre due anni e le forze governative appoggiate dall’aviazione russa, che da una decina di giorni a questa parte hanno lanciato una durissima offensiva per riconquistarla e nel fine settimana hanno ripreso il controllo di due zone decisive, isolando di fatto i ribelli. (...)