lunedì 21 novembre 2016

ONU (FAO)
La FAO e il Vaticano condannano la pesca illegale ed il lavoro forzato in alto mare e lanciano un appello per un’azione collettiva
FAO
La FAO e il Vaticano hanno lanciato oggi un appello perché si intensifichino gli sforzi internazionali volti a scongiurare le violazioni dei diritti umani nel settore ittico mondiale - tra cui il traffico di esseri umani e il lavoro forzato - oltre a porre fine alla piaga della pesca illegale. Intervenendo all' evento organizzato dalla FAO e dalla Santa Sede in occasione della Giornata mondiale della Pesca, il Direttore Generale della FAO Jose Graziano da Silva ha affermato che - anche se il settore ittico è fonte di cibo, sostentamento e opportunità per milioni di persone - "esso è allo stesso tempo - sfortunatamente - anche fonte di oppressione per i più vulnerabili". (...)
Il Vaticano e la Giornata Mondiale della Pesca: «operare per rimettere in libertà gli oppressi»