giovedì 17 novembre 2016

Lesotho
Assente nel Concistoro di sabato il futuro primo cardinale del Lesotho
(a cura redazione "Il sismografo")
(Francesco Gagliano - ©copyright) La Congregazione degli Oblati di Maria Immacolata ha confermato al Sismografo che mons. Sebastian Koto Khoarai, vescovo emerito di Mohale’s Hoek, nel Lesotho, non sarà presente al Concistoro del 19 novembre, nel quale Papa Francesco creerà 17 nuovi cardinali. Mons. Koto, 87 anni, non gode della salute necessaria per affrontare il viaggio che dal Sudafrica dovrebbe portarlo in Italia: per questa ragione si è scelto di consegnare al presule i simboli cardinalizi in un altro modo. La berretta e l'anello cardinalizio saranno consegnati al neo porporato in una cerimonia speciale, nei prossimi giorni, con ogni probabilità dal Nunzio presso il Sudafrica e Lesotho, mons. Peter Brayn Wells.
Mons. Koto è nato a Koaling, nella diocesi di Leribe, l’11 settembre 1929. Entrato negli Oblati di Maria Immacolata, è stato ordinato sacerdote il 21 dicembre 1956. Il 10 novembre 1977 è stato eletto vescovo di Mohale’s Hoek e consacrato il 2 aprile dell'anno successivo. Nel maggio 2006 ha presentato le dimissioni per raggiuti limiti di età, ma è rimasto Amministratore Apostolico della diocesi fino al febbraio 2014. Dal 1982 al 1987 è stato Presidente della Conferenza Episcopale del Lesotho. E' il primo cardinale del Lesotho.
(Fotografia: Oblati Maria Immacolata)