martedì 22 novembre 2016

Italia
“L’assoluzione dell’aborto? Eliminato un macigno che apriva ferite dolorose”
Vatican Insider
(Giacomo Galeazzi) «Il Papa ha compiuto un gesto colossale». Beatrice Fazi legge le parole di Francesco e si commuove. Quando a vent’anni fu lei ad abortire nel confessionale non c’era un sacerdote che potesse assolverla. «E’ stato eliminato un passaggio burocratico che creava sofferenza», commenta. «Mi ritrovai incinta e senza orientamenti, l’uomo da cui aspettavo un figlio mi abbandonò: non voleva assumersi la responsabilità di crescere un bambino - racconta -. Ero da poco arrivata a Roma dal sud dove è difficile confessare ai propri genitori una cosa simile, in un contesto nel quale partorire prima del matrimonio equivale a infamia ed esclusione sociale» (...)