lunedì 28 novembre 2016

(a cura Redazione "Il sismografo")
(LB) L'arcivescovo di Santiago di Cuba. mons. Dionisio García,  Presidente della Conferenza dei vescovi cattolici di Cuba, ha risposto alla catena radiofonica spagnola COPE a due domande. Abbiamo ricevuto l'audio dell'intervista per cortesia di COPE, gesto che ringraziamo di cuore:
Come avete ricevuto la notizia sulla morte di Fidel Castro?
- E' stata come sempre accade in questi casi una sorpresa, ma al tempo stesso era qualcosa che si attendeva da un momento all'altro tenuto conto della situazione, la salute di Fidel Castro. Ieri in serata (NdR: venerdì) abbiamo ascoltato la prima notizia e oggi in mattinata (sabato) è stata confermata.
- Si apre un nuovo tempo per i cubani?
Io penso che ogni volta che c'è un cambio di governo ... Certo ora non si tratta di questo poiché il governo è nelle mani del fratello, il dott. Raúl Castro. Penso però che la figura di Fidel Castro è stata così significativa, con tanta influenza ... Penso che (NdR: questa morte) avrà un impatto nella società
- Grazie per le sue riposte a COPE.
- Molto bene, molto bene.
(Audio)