lunedì 7 novembre 2016

AsiaNews
(Bernardo Cervellera) I fedeli della Chiesa sotterranea sono frustrati dalla “dimenticanza” della Santa Sede verso di loro. Da circa 20 anni, non si fanno vescovi sotterranei, ma solo amministratori apostolici. Agli occhi dei fedeli questa decisione rappresenta una specie di condanna a morte delle loro comunità. “Carezze”, incontri e foto-ricordo col papa per gli ufficiali; nessun incontro, né benedizione per sacerdoti e vescovi sotterranei. La questione dell’iscrizione all’Associazione patriottica. Un vescovo ufficiale: “Siamo tutti delle marionette. Facciamo solo quello che ci dicono di fare”. (...)