martedì 8 novembre 2016

Zenit
(Salvatore Cernuzio) Nel pieno della polemica per padre Cavalcoli, spunta un messaggio del Pontefice a Radio María Argentina per i 20 anni dalla fondazione. “Quando un mezzo di comunicazione non semina bellezza, la comunicazione scade nel grottesco”. Quando ancora in Italia non si è sopita la polemica per le affermazioni di padre Giovanni Cavalcoli ai microfoni di Radio Maria sul terremoto come “un castigo divino”, che hanno provocato l’ira del Vaticano e la sospensione del domenicano, ecco spuntare un videomessaggio di Papa Francesco indirizzato a Radio María Argentina in occasione dei 20 anni dalla fondazione. Nel filmato il Pontefice offre alcune indicazioni pratiche per compiere al meglio il proprio lavoro come network cattolico. Indicazioni pratiche come “seminare la verità, la bontà e la bellezza”, perché “quando un mezzo di comunicazione non semina la verità, semina la mezza verità, disinforma, perché si dice solo una parte, non dice tutta la verità” e rischia di “provocare molti danni” come la calunnia o la diffamazione. (...)